Author Archives: Gaia Martinetti

Feed Subscription

Barnumfreakshow: Circuiti | Carne | Metallo

Debutto ad alte frequenze Un debutto strano quello dei Barnumfreakshow, formazione romana dalla line up cangiante ma sempre di un certo livello. Per questo probabilmente non si può dire niente sulla qualità tecnica del loro album d’esordio, a parte la ...

Leggi »

Uncontrollable Urge: Dirge

Deliri psichedelici Sono completamente fuori controllo. Folli, psichedelici e lontani da qualsiasi forma di ordine precostituito: questi sono gli Uncontrollable Urge, formazione toscana agli esordi ma con parecchie frecce al proprio arco. Il loro “Dirge” è un disco eclettico, incarnazione ...

Leggi »

Bid Zogo: Nightmare Inc.

I mostri camminano tra noi Rabbia, urla, paura ed energia fisica, tribale, palpabile e inquietante: tutto questo fa parte degli incubi dei Bid Zogo, che ci trascinano in un mondo popolato da creature terrificanti che assomigliano pericolosamente a noi stessi. ...

Leggi »

November 7: Angel

Angeli elettronici Loro si definiscono emo, ma di “Angel” si possono dire tante cose tranne che si tratti di un disco emo: la title track è un ottimo esempio di gothic mescolato all’elettronica, ed è anche l’unica davvero degna di ...

Leggi »

Resurrecturis: Non Voglio Morire

Evoluzioni Un album autobiografico, una band storica ma da sempre legata al circuito underground, molte collaborazioni e tante, forse troppe, influenze. Tutti questi elementi contribuiscono a creare “Non Voglio Morire”, terzo album dei Resurrecturis, che arriva dopo una lunga pausa: ...

Leggi »

Absinthe: Chapter One: Urban Fairytales

Fate nella metropoli Musiche orecchiabili, una voce femminile aggraziata, buoni musicisti e tanta passione: sono questi gli ingredienti del primo full-length della band milanese Absinthe, tormentata da diversi cambi di formazione ma con un nucleo creativo stabile e idee molto ...

Leggi »

Nefertum: Revered Lames

Black, ma con classe Disco di esordio di questa band italiana attiva dal 2003, una vera sorpresa! Un black metal melodico e a tratti sinfonico, caratterizzato da una preparazione tecnica più che buona e una produzione molto attenta ad ogni ...

Leggi »

Winter Haze: The Storm Within

Ha le potenzialità, ma… Partendo dal presupposto che hanno scelto un genere parecchio inflazionato, diciamo subito che i Winter Haze potevano fare di più. Accanto a una buona tecnica strumentale e a una voce bene impostata (anche se non brilla ...

Leggi »

Polar For The Masses: Silence

Silenzio! Arrivano i Polar For The Masses C’è poco da dire su un album come questo: ben concepito, ben suonato, in una parola: bello! Loro dicono di aver voluto spostare l’asticella verso la qualità, noi diciamo che ci sono riusciti ...

Leggi »

Versailles: Dust & Chocolate

Rivoluzioni mancate Due ragazzi giovani e di talento, un disco autoprodotto e tante idee fuori dalla norma. Sembrano gli ingredienti migliori per sfornare un buon album, ma non è questo il caso dei Versailles: ci provano, questo è palese, ma ...

Leggi »
Scroll To Top