Home > Recensioni > Awake: Forever More
  • Awake: Forever More

    Awake

    Data di uscita: 01-01-2011

    Loudvision:
    Lettori:

Sempre qualcosa di più. Giusto.

Prima di tutto: “Forever More” conferma non solo la vicinanza per sonorità, voce e melodicità dei britannici ex-Humanity-oggi-Awake ai fratelloni svedesi Evergrey, ma vi lascerà anche un gran gusto di Symphony X.

Condito da qualche incursione elettronica, il platter, composto in buona parte da up-tempo, con eccezione di un pugno di ballate, si dispiega su riff taglienti e ritmiche serrate, sostenute da una coppia basso/batteria in ottima forma. Le melodie bluesy e la voce calda di Simon Shedwell ci mettono il resto.

Caratterizzato da sonorità dirette e compatte, “Forever More” dimostra ancora una volta che i ragazzi dell’Inghilterra con la musica ci sanno fare. Anche se privo di colpi di scena, questo disco è certamente qualcosa di più di una semplice buona esecuzione.

Pro

Contro

Scroll To Top