Home > Recensioni > Backyard Babies: Them XX

Backyard Babies: Them XX

Buon compleanno Backyard Babies

Sono venti le candeline per i punk-rocker svedesi Backyard Babies, fedeli esponenti del rock scandinavo.
E l’occasione è ghiotta per festeggiare con una bella pubblicazione celebrativa: box-set di tre CD, un DVD e un booklet di 120 pagine con foto esclusive dagli archivi privati dei quattro rocker di Nässjö.
Il primo è un classico best of di 12 hit estratte dai primi sei album del gruppo (due per ognuno), il secondo e il terzo raccolgono 28 brani di rarità e b-side (molte delle quali già presenti su pubblicazioni passate) e l’inedito “This Is How The World Ends”.
Il DVD, invece, oltre ai videoclip ufficiali, contiene “Jetlag: The Movie”, sorta di documentario-backstage sulla vita on the road di Dregen & Co., finora praticamente introvabile al di fuori dei confini svedesi.

Vent’anni di rock, album e tour sono tanti. Giusto quindi celebrare la ricorrenza con un’uscita che, oltre a raccogliere il (presunto) meglio, potrà soddisfare anche collezionisti o fan della prima ora dei BB (che non sono i Backstreet Boys!).
Si poteva fare di più? Forse. Mancano alcune hit storiche e 12 tracce per il “best of” di una band tanto longeva sembrano pochine davvero.
La mancanza, tuttavia, è compensata dalle molte b-side e da un documentario che, oltre a mostrare il lato più umano del gruppo dietro le quinte e sul palco, ne consegna al tempo stesso un ritratto fedele e divertente. Ai prossimi vent’anni.

Pro

Contro

Scroll To Top