Home > Recensioni > Bandabardò: L’Improbabile.
  • Bandabardò: L’Improbabile.

    Bandabardo

    Warner Music / none

    Data di uscita: 10-06-2014

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

Vent’anni di onorata carriera alle spalle, dieci album (e che album!) all’attivo e un pubblico magnifico, che molti artisti farebbero carte false per avere. La Bandabardò potrebbe ben dirsi soddisfatta, eppure ad adagiarsi sugli allori non ci pensa nemmeno per scherzo: anzi, il suo nuovo album “L’Improbabile” – in uscita a sorpresa, e non senza polemiche, per la Warner – è un’egregia prova del fatto che la vitalità e la creatività degli otto amici toscani, per il momento, non minacciano neanche lontanamente di esaurirsi. I tredici brani del disco sono il prodotto più sincero di un gruppo sempre alla ricerca di nuovi stimoli e sempre capace di rimettersi in discussione, ma soprattutto di un gruppo che fa musica perché ama alla follia farla.

 

“L’Improbabile” è insieme novità e tradizione. La predilezione che la Banda ha da sempre per il live si fa qui sentire in modo del tutto nuovo: è un disco suonato, questo, suonato come live già anche in fase di registrazione. I testi trattano degli argomenti più vari, dal serio allo scherzoso, ma sono accomunati da due elementi: la leggerezza tipica del gruppo toscano, per cui la musica si fa quasi un divertimento carnevalesco, e l’improbabilità, ovvero il carattere di chi non rientra in nessuno schema ma di certo non se ne fa un problema. Anzi.

 

Pro

Contro

Scroll To Top