Home > Recensioni > Bar Ponderoso: Pacifico
  • Bar Ponderoso: Pacifico

    INRI / A1 Entertainment S.p.A.

    Data di uscita: 16-11-2018

    Loudvision:
    Lettori:

Ogni luogo del mondo (o quasi) è a Sud di un altro. Frase semplice e banale, potrà pensare qualcuno. Ma è di ispirazione per i Bar Ponderoso, il power duo che canta le storie di chi vive a Sud.. E non solo. Dopo aver pubblicato il suo primo EP nel 2015, “Uno”, torna di nuovo in scena… Ma questa volta con un LP, “Pacifico”, come l’Oceano. Dieci tracce compongono il lavoro. Dieci tracce che raccontano storie. Di tutti i giorni, di vita vissuta (“Festa pt. 1″ parla delle feste di paese, con annessa panoramica sui partecipanti, tanto per citare un brano), ma anche di cronaca (vedi “Andrès – Per Un Autogol”, che ricorda il caso di Andrès Escobar, il calciatore della Nazionale Colombiana di calcio che nel 94’ fu ucciso, si presume, per l’autogol fatto contro gli USA durante i mondiali), di attualità (come “C’è Qualcuno”, una fotografia del mondo odierno, un vero e proprio inno generazionale). Insomma, una indiscussa qualità dei Bar Ponderose è la capacità di saltare, senza paura e senza grosse difficoltà, da un argomento all’altro, continuando a non risultare mai banali. La loro (forte) passione per il rock and roll è tangibile: ogni brano ne è intriso, primo tra tutti “Gisella”, la traccia di apertura. Ma c’è spazio anche per lo stoner (in brani come la title track “Pacifico” e “Una Diana E Più Niente”, per citarne due). “Pacifico” è, in sostanza, un album tutt’altro che pacifico. È potente, ma anche profondo. Un basso, una batteria e una voce bastano per dare vita ad un album credibile? Direi proprio di sì.

Pro

Contro

Scroll To Top