Home > Rubriche > Pagine > Barbara Rendina: L’amore è semplice, davvero

Barbara Rendina: L’amore è semplice, davvero

“L’Amore È Semplice” è il primo libro di Barbara Rendina, scrittice esordiente. Lo abbiamo letto: parla di un’amore nato sulla spiaggia, tra due donne. L’una consapevole della propria sessualità, l’altra con ancora un mondo davanti a sé da scoprire, entrambe volenterose di darsi una possibilità. Ben disposte nell’intraprendere un viaggio interiore alla ricerca della felicità e un viaggio reale, fatto di treni, per colmare le distanze. E strato dopo strato si arriva al cuore del messagio: l’amore è davvero semplice. Lo stile è asciutto e scorrevole, ancora poco personale forse. Alla fine del libro, poi, ci sono anche la colonna sonora e la filmografia consigliate come accompagnamento alla narrazione.

L’autrice ci presenta una storia di ordinaria quotidianità, quella di due donne che si scoprono. E se pensate che la novità sia nel fatto che i protagnisti della storia sono dello stesso sesso, siete fuori strada. Se pensate poi che il libro nasconda chissà quale descrizione di piccanti scene di amore lesbo, siete ancora più fuori strada. La novità, e di questi tempi lo è davvero, risiede piuttosto nello spiattellare la disarmante semplicità delle cose, che tutti abbiamo davanti agli occhi ma che spesso non riusciamo a cogliere. Non riuscendo a guardare oltre il palmo del nostro naso.

Si parla di omosessualità, di amore e di crescita, e il rischio di capitombolare nel banale è abilmente dribblato dall’urgenza di raccontare al mondo un lieto fine, accompagnato dalla descrizione di una vita fatta di normalità. A discapito dello scenario triste e malaticcio che di norma accompagna gli amori omosessuali, almeno quelli raccontati, e arriva come un bacchettata sulle nocche di tutti noi, che almeno una volta ci siamo fidati di miti e luoghi comuni. Vi pare poco?

Scroll To Top