Home > Recensioni > Behemoth: Evangelion
  • Behemoth: Evangelion

    Behemoth

    Loudvision:
    Lettori:

EVA-06

I 15 anni che separano “Evengelion” dal debutto “Sventevith” sembrano molti di più, considerando i numerosi e profondi mutamenti stilistici che hanno scolpito i Behemoth nella loro attuale forma.

Il primo merito di “Evangelion” è proprio quello di avere una dimensione ben definita guarnita da straripanti sfumature stilistiche attinte da quei 15 anni di esperienza. La struttura articolata delle canzoni e numerosi riff costituiscono un solido ponte con il precedente “The Apostasy”, riesumando ancora una volta echi dei Nile, ora spogliati dagli orpelli pomposi e un po’ ingombranti che ne caratterizzavano gli arrangiamenti.
E “Transmigrating Beyond Realms Ov Amenti”, con la sua costruzione asfissiante e l’esalazione melodica appena percettibile, rappresenta l’esempio più lampante. I suoni asciutti e imponenti ricordano quelli di “Demigod”, ma senza il discutibile esperimento vocale ideato da Nergal all’epoca. L’attitudine con la quale il disco è suonato è quella ferina del periodo di mezzo, quando i Behemoth sorpresero tutti con la tripletta black-death “Pandemonic Incantations” – “Satanica” – “Thelema.6″ e basta ascoltare “Defiling Morality Ov Black God” per rendersene conto. Non manca neanche il black metal che battezzò la nascita della band, aleggiante nelle atmosfere di tutto il disco e a tratti immediatamente riconoscibile in episodi distinti come la citazione di “Freezing Moon” nell’arpeggio iniziale di “He Who Breeds Pestilence”.

Questo solido impianto fonda sulle sempre più solide fondamenta tecnico-compositive di Nergal e Inferno, il cui drumming non è mai stato così vario.

Se vi piace il metal estremo “Evangelion” potrebbe essre il vostro disco dell’anno (almeno fino all’uscita del nuovo Anaal Nathrakh!!!). C’è dentro death metal pesantemente sporcato dal black, suonato e registrato con le palle, per canzoni articolate eppure dirette. L’unico motivo per cui potrebbe non piacervi è che odiate i Behemoth. Ma in quel caso sappiate che loro vi odiano il doppio, e in maniera più professionale.

Pro

Contro

Scroll To Top