Home > Recensioni > Blame: Goes To Hollywood
  • Blame: Goes To Hollywood

    Blame

    Loudvision:
    Lettori:

Tristezza… per favore vai via

Un solo aggettivo riassume questo lavoro: triste.
Blame: “Goes To Hollywood”… e rimaneteci!

Un album piatto, triste, noioso: sound innovativo come un sciapo neoclassicismo e scontato come la candeggina al supermercato.
Triste.
I suoni sono piuttosto inutili e, come se ciò non bastasse, ci si mette anche il booklet: inutile, fatto male, senza informazioni e con fotografie vergognose, non solo dal punto di vista del soggetto, ma anche del taglio, della luce e così discorrendo, seppur rendano bene il degrado di quest’opera.

Da ascoltare assolutamente per capire cosa non bisogna fare, soprattutto quando i mezzi a disposizione sono buoni.

Speriamo che, oltre alle foto, con la macchina strafica, ci abbiano fatto un divertentissimo giro, perché ad ascoltarli non ci si diverte per nulla.
Si trova più interessante tagliare le zucchine al millimetro per un risotto, che sentire tale lavoro.

Fin dai primi istanti si capisce che…
Tutto il resto è noia.

Pro

Contro

Scroll To Top