Home > Recensioni > Bon Iver: Blood Bank

Bon Iver: Blood Bank

Correlati

Pieces of Justin

La storia di Justin Vernon AKA Bon Iver è talmente interessante che meriterebbe da sola un articolo intero: la ragazza che lo molla, lui che si chiude in una baita a registrare un disco dedicato a lei, la 4AD che lo mette sotto contratto, “For Emma, Forever Ago” che esce l’anno scorso, il piccolo caso mediatico che segue.

Ora, in attesa di un secondo capitolo della saga, Justin fa uscire un piccolo EP intitolato “Blood Bank”. Quattro canzoni nel suo stile, cioè folk cantautoriale molto Nick Drake, delicato e invernale. Poche novità, comunque interessanti – come la chitarra elettrica sullo sfondo della title track o la voce effettata in “Woods”.

Si tratta comunque di un assaggio, quasi un contentino per chi vorrebbe che Bon Iver scrivesse musica tutti i giorni tutto il giorno. Vale il solito discorso: se siete fan compratelo, se non lo conoscete partite dal full length dell’anno scorso. Vale anche un altro discorso: essendo Justin uno che capisce il mondo della musica, l’EP è disponibile gratuitamente in streaming sul suo MySpace.

Scroll To Top