Home > Recensioni > Brant Bjork And The Bros: Saved By Magic

Correlati

Let the truth be known… And get stoned!

Ritorno discografico in grande stile per Brant Bjork, già batterista di Kyuss, Mondo Generator e Fu Manchu. Per l’occasione il guru dello stoner esce da dietro le pelli e, con la fondazione di una band nuova di zecca che lo vede impegnato nel ruolo di frontman, ci introduce in un mondo fatto di sabbia, blues e cannabinoidi. E l’accattivante digipack di certo non lascia dubbi sull’ispirazione “stupefacente” dell’album: viola e arancione a fare da sfondo, minareti, fiori, un bel teschio col turbante, due donnine fatte di fumo e chi più ne ha più ne metta.
Per quanto riguarda le sonorità, “Saved By Magic” è sicuramente più vicino ai precedenti lavori solisti di Brant Bjork che non a quelli delle band citate: una sorta di blues del deserto consacrato allo spirito di Jimi Hendrix, totalmente spogliato dagli appesantimenti sabbathiani che caratterizzano il suono stoner vero e proprio; i punti di contatto con il genere si concretizzano soprattutto nelle basi ritmiche semplici e dilatate e nello stile fondamentalmente psichedelico dei solo. La formula (rischiosa) del CD doppio, poi, consente alla band di concentrarsi su brani dalla forma-canzone ben definita senza sacrificare le numerose sperimentazioni strumentali dall’elevatissimo feeling erbaceo; nonostante qualche inevitabile momento morto non si ha mai la sensazione di essere sommersi da filler.
I punti su cui si possono sollevare dei dubbi sono la produzione fin troppo cristallina e la prestazione vocale non sempre incisiva; ma questi difetti scompaiono quando ci si ritrova con un gran numero di brani dal groove micidiale, testi simpatici e molto seventies, ritornelli davvero azzeccati e una strisciantissima cover di “Sunshine Of Your Love” interpretata con gusto e passione. “Saved By Magic” è un disco asciutto e onesto, trascinante quando deve esserlo, rilassante e disteso quando meno te l’aspetti, caldo quanto una strada nel deserto che non avevamo ancora percorso

Scroll To Top