Home > Recensioni > Brightside: Vol.2
  • Brightside: Vol.2

    Autoprodotto / none

    Data di uscita: 22-04-2016

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

“Brightside Vol.2″ è il titolo del secondo EP (pubblicato in data 22 aprile 2016), interamente autoprodotto dei Brightside, giovane band bolognese composta da: Andrea Turone (chitarra & voce), Philip Volpicella (batteria), Luca Turone (basso) e Federico Bertolucci (chitarra).

In questo nuovo lavoro, rimane invariato lo stile spiccatamente brit-pop che caratterizza anche il precedente vol.1 (maggio 2015) ma il tutto risulta ulteriormente impreziosito dalle molteplici collaborazioni con noti musicisti della scena bolognese: Mattia Franceschini dei Rumba De Bodas (hammond&synth in “Castles in The Sky”), Francesco Baiesi (Obagevi, Quasi 57), Le Ceneri e i Monomi, Krooners, The Whim, Mattia Pirone (Fabio Supernova Band, Pirone Cotton Blues Band) e Alice Cucaro (Solounsogno, Latte Rock).

Sei tracce, dalle melodie vivaci e accattivanti, compongono questo secondo volume che cattura fin da subito l’ascoltatore col singolo “Fuzzy Lights”, posto in apertura dell’album e caratterizzato da una ritmica in evidente stile funky che accompagna anche la successiva “This Ride”. Un andamento incalzante, ritmicamente ben strutturato e più spiccatamente rock pervade invece “Does It Hurt You” e “Through My Veins” per poi placarsi ‘soltanto in apparenza’ nella successiva “Rain” e cedere il passo all’ultima traccia “Take Me”.

Brightside vol. 2, risulta dunque un disco dal sound moderno e fresco, ben equilibrato nelle melodie e negli arrangiamenti, che racchiude in sè l’evidente entusiasmo di una band che sa unire le rispettive forze e abilità in un progetto comune per intenti e finalità.

 

La tracklist di “Brightside vol.2″:

 

Fuzzy Lights

This Ride

Does It Hurt You

Through My Veins

Rain

Take Me

 

 

Pro

Contro

Scroll To Top