Home > Recensioni > Brown Jenkins: Dagonite
  • Brown Jenkins: Dagonite

    Brown Jenkins

    Data di uscita: 19-11-2007

    Loudvision:
    Lettori:

Kozmik Horror Iz In Da Houze

C’è un certo imbarazzo nel parlare di “Dagonite”, EP della one man band Brown Jenkins. Proviamo ad andare con ordine.
Il nome della band si ispira al racconto di Lovecraft “La Casa Delle Streghe”. Brown era un, ehm, be’, Lovecraft stesso dice “that object – quaintly called by the townspeople, Brown Jenkins – had long hair and the shape of a rat, but its sharp-toothed, bearded face was evilly human while its paws were like tiny human hands“. Quindi niente Cthulhu, niente Dagon, niente Yog-Sothoth. Un punto in più per l’originalità.
Il progetto si prefigge di mettere in musica la Follia e i Cosmici Orrori Abissali Che Esistevano Prima Dell’Alba Stessa Dei Tempi, come raccontati da… be’, ecco.
Come farlo? L’idea originaria, stando alle parole del fondatore della band UA (UA!), è di creare un suono oscuro, avvolgente e ipnotico, a metà strada tra Burzum e i Bethlehem. Affascinante, no? Sulla carta. E nella realtà?
Dopo svariati ascolti in cuffia, la conclusione a cui siamo giunti è confortante: c’è una chitarra elettrica molto distorta. C’è anche una batteria. E forse (ma non ci giureremmo) c’è qualcuno che urla.
“Dagonite” è composto di cinque lunghi brani, ciascuno dei quali si distingue dall’altro perché quando si riproduce il CD il numerino che indica la canzone aumenta in modo progressivo. A parte quello, la sensazione dominante è che ci sia qualcuno che sta impegnandosi al massimo per annoiarci e provocarci del fastidio. Niente strutture di alcun tipo, niente spunti, niente di niente.
Lo presentano come “funeral blackened doom metal”. “Dagonite”, in realtà, è solo un imbarazzante prodotto casalingo, di bassa qualità compositiva e bassissima resa sonora, buono forse per chi senza il kvlto non è soddisfatto. Poi magari lo troverete a 150€ su eBay tra un paio d’anni, 300€ per la versione in vinile. Liberi di insultarci, in quel caso.

Scroll To Top