Home > Recensioni > Bruce Springsteen: High Hopes
  • Bruce Springsteen: High Hopes

    Bruce Springsteen

    Sony Music / Sony Music

    Data di uscita: 14-01-2014

    Loudvision:
    Lettori:

Si intitola “High Hopes” il nuovo album di Bruce Springsteen uscito lo scorso 14 gennaio. Il disco è una raccolta di 12 brani, cover live rivisitate dal cantante. Il paragone con “Wrecking Ball” non regge, ovviamente. Ma la novità del disco sta nel fatto che sia rock al 100%, come rocker non aveva mai “osato” prima. Resta ancora da capire se approvare o meno la collaborazione con Tom Morello, chitarrista degli Rage Against The Machine, che mette del suo in ben otto brani, e della storica E Street Band. Dalla prima traccia, omonima del disco, abbiamo un assaggio di quello che sarà l’intero ascolto dell’album. “This Is Your Sword” e “Frankie Fell In Love” sono due inediti scritti di proposito per questo album.
I fan si aspettavano qualcosa di “nuovo”, e anche noi. “American Skin”, “The Ghost of Tom Joas” si tingono di rock, rispetto alle originali versioni. “Dream Baby Dream”, scritta da Martin Rev e Alan Vegaa, mio parere una delle più belle, ma anche “This Is Your Sword” non scherza, sia per testo che per la folk melody. Ma al di là della nostra adorazione per Bruce, re del rock, la scelta di dare alla luce un album del genere è un abbaglio che lascia insoddisfatti un po’ tutti. Diamo un 7 giusto perché Bruce è Bruce, sempre e comunque.

Pro

Contro

Scroll To Top