Home > Recensioni > Brutal Truth: For Drug Crazed Grindfreaks Only

Brutal Truth: For Drug Crazed Grindfreaks Only

Recensione interattiva

1.
Vi trovate in un negozio di dischi e davanti a voi vedete una copia di “For Drug Crazed Grindfreaks Only”. Conoscete i Brutal Truth? Se sì, andate al terzo paragrafo. Se no, andate al secondo paragrafo.

2.
I Brutal Truth, insegna Wikipedia, “sono un gruppo grindcore proveniente da New York che nacque nel 1990 e si sciolse nel 2001 (per poi riformarsi in seguito). Furono fra i pionieri del grindcore che riuscirono ad avere un successo internazionale, anche in paesi come Giappone e Australia”. Quindi pestano, vanno velocissimo, sono dei drogati, degli ubriaconi e fanno schifo. Se siete interessati andate al terzo paragrafo. Se no andate al quarto.

3.
“For Drug Crazed…” è un breve live registrato ai Nocturn Studios, in Nuova Zelanda. Sono undici canzoni per un totale di mezzora scarsa di musica, i suoni sono ottimi (per essere un disco dei Brutal Truth), fin troppo considerando che è difficile capire che si tratta di un live. Siete interessati all’acquisto anche se la pubblicazione è chiaramente l’ennesima speculazione di una Relapse in crisi di idee? Benvenuti. Altrimenti andate al quinto paragrafo.

4.
In alternativa al live dei Brutal Truth potete guardare il video presente in Mediastation. In loop. Per tre ore consecutive.

5.
Risparmiate quei soldi e compratevi un po’ di quella cosa che c’è sulla copertina del suddetto live.

Scroll To Top