Home > Recensioni > Bud Spencer Blues Explosion: Vivi Muori Blues Ripeti
  • Bud Spencer Blues Explosion: Vivi Muori Blues Ripeti

    La Tempesta Dischi / none

    Data di uscita: 23-03-2018

    Loudvision:
    Lettori:

Ci sono voluti quattro anni di attesa, ma ne è valsa la pena: i Bud Spencer Blues Explosion (BSBE) sono finalmente tornati con un nuovo album, la cui uscita ufficiale è prevista per venerdì 23 marzo 2018. “Vivi, Muori, Blues, Ripeti” (La Tempesta Dischi) è il quarto lavoro studio per il duo alternative punk-blues composto da Adriano Viterbini (voce, chitarra, tastiere) e Cesare Petulicchio (batteria, cori), e che sotto certi aspetti si differenzia profondamente dai precedenti album. La prima peculiarità sta nel fatto di essere stato registrato interamente in analogico sotto la supervisione di Marco Fasolo (Jennifer Gentle), un fattore che sicuramente ha influito in maniera decisa sul risultato finale, conferendo sonorità distorte, potenti e divertenti (figlie di una profonda sperimentazione).

Il secondo tratto distintivo di questo album sta sicuramente nella stesura dei testi, che magari per gli habitué dell’aspetto puramente strumentale rischiano ad un primo ascolto di passare in secondo piano: per l’occasione, infatti, Viterbini e Petulicchio hanno deciso di strizzare l’occhio a una “certa frangia” del panorama indie rock italiano, coinvolgendo direttamente (oltre a Vincenzo Leuzzi e Diego Giacomazzo) Davide Toffolo (Tre Allegri Ragazzi Morti) e Umberto Maria Giardini (ex Moltheni).

“Vivi, Muori, Blues, Ripeti” è un disco che ha richiesto, a detta dei suoi autori, un anno e mezzo di lavoro, che dalla prima all’ultima traccia (12 in tutto) danno davvero l’impressione di essersi chiusi in saletta e dato libero sfogo alla propria creatività come fosse, più delle altre volte, un bisogno viscerale.

Pro

Contro

Scroll To Top