Home > Recensioni > Buzzoven: Violence From the Vault
  • Buzzoven: Violence From the Vault

    Buzzoven

    Data di uscita: 05-01-2010

    Loudvision:
    Lettori:

Sotto quel fango qualcosa ancora si muove

I Buzzoven, seminale gruppo sludge del North Carolina, si sono sciolti oltre dieci anni fa, lasciando una manciata di album ed EP a testimonianza della loro carriera. Una carriera costellata di cambi di line-up e pseudo scioglimenti fino ad arrivare a quelo definitivo.

La Relapse oggi ci propone 5 tracce inedite registrate poco dopo il loro album più famoso, quel “Sore” datato 1994 che li pose al centro del genere insieme a bands come gli Eyehategod.

Ritmi lenti e distorti tra doom e stoner ma carichi di violenza, urla sofferte e qualche riff degno di nota sono le coordinate di base su cui questo dischetto si muove. Prendere o lasciare.

Vi piacciono gli Eyehategod? Facce dubbiose… ok che ne dite dei Down di Phil Anselmo?
Ecco, rallentateli. Si di più. Incattivite le chitarre e ribassate le accordature ancora un po’. Ora fate cantare Phil Anselmo con la bocca dentro quel bottiglione di vino che fino a pochi anni fa lo accompagnava ovunque. Vi piace? Noioso? Pesante? Potente è potente, alienante e distorto ca va sans dire...
Questo è lo sludge, soffre e fa soffrire. I Buzzoven sono così, tra i primi ad estremizzare così il doom e lo stoner.

Pro

Contro

Scroll To Top