Home > Recensioni > Cable: Northern Failures
  • Cable: Northern Failures

    Cable

    Data di uscita: 16-12-2001

    Loudvision:
    Lettori:

Ottimo ingresso sulla scena indie e southern rock

Trovarsi davanti ad un digipack completamente nero, senza libretto all’interno, con solo alcune scritte anch’esse in nero, tali da poterle leggere solamente orientando la confezione verso la luce, è davvero una sensazione strana. Cosa ci sarà mai all’interno di un disco così criptico all’apparenza? Così si presentano i Cable, combo americano fresco di uscita sotto Hydra Head, che se ne salta fuori con un disco totalmente contro tendenza, fatto di un rock blues denso come la pece, dalle influenze southern, che attinge al pozzo dei Sabbath ma che conserva (altrimenti non si spiegherebbe la presenza sotto un’etichetta dedita a sonorità ben precise) la furia e l’approccio del miglior post-hardcore americano. Le atmosfere sono davvero cupe e pesanti, i riff pachidermici e il costante feedback delle chitarre non fa che aumentare la tensione davvero palpabile all’interno di tutte le tracce (undici) che compongono questo “Northern Failures”. La sapiente mano di Steve Austin, mente dietro ai Today Is The Day, fa un egregio lavoro dietro al mixer, conferendo ancora di più, quella vena marcia e pregna di fumo da locale malfamato che un disco del genere è giusto che abbia. Grande la prova del cantante, che regala una prestazione sofferta e turbata, mentre i suoi compagni di avventura macinano sotto di lui pesanti riff stoner che da tempo non si aveva il piacere di sentire, tanto retrò quanto debitori della scuola dei Neurosis, per il loro modo ossessivo e ipnotico di procedere. Un ottimo disco quindi che farà sicuramente la gioia di chi ha un pezzo di cuore ancora nel passato ma non disdegna ciò che il futuro (in questo caso chiamato “post”) ci può offrire. Ultima segnalazione per la traccia finale, “Can’t You See”, cover dei Marshall Tucker Band che alla fine di un gran buio ci fa intravedere la luce. Semplicemente da brividi.

Scroll To Top