Home > Report Live > Cacciatrice di emozioni

Cacciatrice di emozioni

Da qualunque parte lo si voglia analizzare o commentare, un concerto di Tori Amos è sempre un’esperienza catartica, spirituale e in grado di catturare almeno due dei cinque sensi.

E poco importa se la cantautrice, pianista e produttrice statunitense è molto cambiata nel corso di questi anni (chirurgia estetica & co lasciano decisamente i segni), il suo talento, la sua voce incantatrice e il suo modo così sensuale e fatato di interpretare qualsivoglia canzone, sono rimasti fortunatamente intatti.

E Milano ringrazia, accogliendola a braccia aperte e osannando ogni sua performance, come quella di ieri sera al teatro degli Arcimboldi.
Focus ovviamente sull’ultimo lavoro, “Night of Hunters”, un concept album che la Amos ha descritto come un ciclo di canzoni del 21° secolo, ispirate da temi di musica classica e che vuole rendere omaggio a grandi compositori come Bach, Chopin, Debussy e Schubert.

Ma spazio anche a qualche chicca del passato, come “Cruel”, “Suede” e “Winter”, acclamata a gran voce.
Accompagnata da quattro archi Tori si dimostra la “solita” perfezionista: una scenografia stellata e drappeggiata fa da contorno ad un live raffinato e avvolgente, dove la passione e l’indiscutibile talento sono assoluti protagonisti.

E stasera si replica. L’appuntamento è a Roma, Auditorium Parco Della Musica. Info qui.

Scroll To Top