Home > Recensioni > Cancer Bats: Dead Set On Living
  • Cancer Bats: Dead Set On Living

    Cancer Bats

    Loudvision:
    Lettori:

Defibrillàti

La band canadese ancorata all’hardcore punk s’è risvegliata dopo un periodo in cui non gliene andava bene neanche una.
Quale migliore botta di vita avrebbero potuto escogitare i pipistrelli cancerogeni se non un disco così?

Siamo d’accordo, non è l’82/100 che Metacritic aveva dato a “Bears, Mayors, Scraps & Bones” (2010), ma di un 75 ci si accontenta eccome.

Sarà che l’inaugurazione la fa “RATS”, un brano forte ed efficace come quelli che pochi oltre ai Cancer Bats sanno fare a modo; oppure “Road Sick” che nonostante sia uno dei talloni d’Achille riesce ad esprimere la sensazione nostalgica di chi è in tour e vorrebbe rincasare; o magari “Breathe Armageddon” che testimonia l’unione del gruppo e la sua energia.

Nella bat-caverna stanno tutti bene, insomma.
C’era la necessità di ripigliarsi e loro si sono ripigliati tramite una terapia in studio di registrazione durata ben nove mesi. Si poteva chiedere di più? Ascoltate e pensateci.

Pro

Contro

Scroll To Top