Home > Recensioni > Canemorto: Canemorto
  • Canemorto: Canemorto

    Canemorto

    Loudvision:
    Lettori:

Se ritornasse il signor Ivan Graziani…

Il progetto Canemorto nasce nel 2008 dalla vivida mente di Antonio Nardi, che decide di dare sfogo alla sua vena più cantautoriale sposando un approccio descrittivo e decisamente orientato alla canzone italiana.
Canemorto è un perfetto esempio di come la musica leggera italiana dovrebbe suonare nel 2010: una grande attenzione al valore del testo nella sua profonda valenza ironica come solo i grandi cantautori del passato, vedi Gaber, De Andrè e Ivan Graziani, sapevano fare, coadiuvata da composizioni di stampo rock che richiamano i grandi nomi di Muse e Stereophonics.
Dieci gemme pop, tra cui spicca il potenziale tormentone “Se Ritornasse Il Signor G”, per la prima grande sorpresa di questo 2010 musicale.

“Fiorentina” è forse il miglior pezzo sul Calcio Vs Amore che sia mai stato scritto, e non perché chi vi scrive condivide la stessa fede calcistica con il buon Antonio: la squadra ha solo una valenza paradigmatica. I tempi de “La partita di Pallone” di Rita Pavone sono finiti, qui l’uomo è al centro del dilemma e del dubbio esistenziale di una domenica mattina “Tu non lo potrai capire mai cosa vuol dire un gol per noi, se non ti posso amare a metà scelgo la mia squadra…”

Pro

Contro

Scroll To Top