Home > Recensioni > Caparezza: Museica
  • Caparezza: Museica

    Caparezza

    Universal Music / universal

    Data di uscita: 22-04-2014

    Loudvision:
    Lettori:

Si intitola “Museica” l’album dipinto dal Capa che dista tre anni dall’ultimo, “Il Sogno Eretico”. Ad anticiparlo “Cover” e “Non Me Lo Posso Permettere”. Caparezza ci ha messo tutto se stesso e si è visto, anzi si è sentito. “Museica” è un’opera d’arte che abbraccia diversi generi musicali, dal Reggae al Pop, dall’Hard Rock all’elettronica come in “Canzone A Metà” e “Comunque Dada”. È un disco evolutivo e molto complesso dove emerge chiaramente l’impegno dell’artista che ha trovato ispirazione da 17 dipinti storici. L’ironia non manca mai, e l’album inizia e si conclude con “Canzone All’Entrata” e “Canzone All’Uscita”. 18 tracce che rivelano la stravaganza della mente del Capa: accomodatevi, questo è l’ingresso per il suo mondo, o intenderci meglio, la sua galleria d’arte!

L’originalità dei brani sta proprio nel collegamento con l’arte, come in “Avrai Ragione Tu (Ritratto)”, “Fai Da Tela” e.. lascia che la gente ti dipinga! E ancora, “Figli D’Arte” non è altro che una critica alla società di oggi, che sia positiva o meno, la decisione spetta allo spettatore: “Son figlio di un uomo parla di pace nel mondo, ma non mi ama!”. Avete presente quando vi fissate a guardare un’opera d’arte cercando di coglierne il senso nascosto e riuscire ad ammirarne la bellezza? Beh, “Museica” va trattato allo stesso modo: bisogna ascoltarlo più volte per capirlo. Perciò, orecchie ben aperte, il lavoro è ottimo e tanto “Comunque Dada”, sarà un successo!

Pro

Contro

Scroll To Top