Home > Recensioni > Captain Phillips
  • Captain Phillips

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

Paul Greengrass torna all’alta tensione con “Captain Phillips“: la storia, realmente accaduta e raccontata nell’autobiografia del protagonista, vede Tom Hanks nei panni di Richard Phillips, capitano di una nave da carico americana.

Durante una traversata nell’Oceano Indiano, a distanza relativamente ravvicinata dalla costa somala, la nave viene inseguita e infine arrembata da quattro pirati.

Prima dell’arrembaggio, il film segue parallelamente il villaggio somalo dove si prepara l’attacco e l’equipaggio della nave. Quando la nave viene finalmente raggiunta, il confronto fra i due gruppi, prima diplomatico, degenera lentamente ma inesorabilmente, finché non sarà necessario l’intervento dell’esercito americano, rinomato per il suo tatto sopraffino.

“Captain Phillips” tenta di raccontare la vicenda del dirottamento della Maersk Alabama nel 2009 offrendo anche la versione dei pirati, mostrati come quattro giovani invischiati in un sistema di cui non hanno responsaiblità, per il quale però la pagheranno. I due capitani, il Tom Hanks della nave americana e il Barkhad Abdi del peschereccio somalo, si confrontano con rispetto reciproco. Per la sottigliezza nell’interpretare questo rapporto “professionale”, seppure durante una crisi, i due protagonisti hanno imposto la loro presenza in questa stagione di premi cinematografici.

Pro

Contro

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Scroll To Top