Home > Recensioni > Carissa’s Wierd: They’ll Only Miss You When You Leave: Songs 1996-2003
  • Carissa’s Wierd: They’ll Only Miss You When You Leave: Songs 1996-2003

    Carissa’s Wierd

    Loudvision:
    Lettori:

Sette anni dopo, continuate a mancarci

Prima c’erano i Carissa’s Wierd.
Da una costola dei Carissa’s Wierd sono nati i Band Of Horses.
Da una costola dei Band Of Horses sono nati i Grand Archives (e un gran numero di progetti solisti).
Oltretutto, la band col misspelling nel nome si formava a Seattle subito dopo un periodo musicale piuttosto interessante per la città. Otto anni dopo, decideva di sciogliersi.

“They’ll Only Miss You When You Leave” raccoglie un distillato degli anni d’oro del gruppo, e tutte le caratteristiche che li caratterizzavano: arpeggi strappalacrime, duetti strappalacrime, violoncelli, titoli lunghissimi.

Paladini di quello che Wikipedia chiama “sadcore”, i Carissa’s Wierd sono sempre stati inclini a fare un folk piuttosto elettrificato unito all’uso di strumenti ad arco. Non che “They’ll Only Miss You When You Leave” sia il feel good record of the year, ma è molto meglio così: i sette di Seattle, nella loro storia, hanno saputo tirare fuori i testi più appassionatamente desolati che ci si possa ricordare, e ancora li ringraziamo per l’abbandono pieno di speranza di “Low Budget”, per gli incisi disillusi di “Die” e per l’amore senza lieto fine immortalato nelle fotografie di “The Color That”.

Sono sempre stati i più abili a scrivere di addii. Con questo disco, probabilmente il loro ultimo, non fanno che confermarcelo.

Pro

Contro

Scroll To Top