Home > Zoom > Carmine Tundo: Nocturnae Larvae Volume Uno brano per brano

Carmine Tundo: Nocturnae Larvae Volume Uno brano per brano

 

Distopico e impossibile da tradurre con chiavi di letture popolari o comunque quotidiane. Si intitola “Nocturnae Larvae Volume Uno” il primo disco di una trilogia personale della voce portante de La Municipàl ovvero Carmine Tundo. Sono 13 inediti di fantasmi, distorsioni visive, notturne anticipazioni di luce come verrebbe da dire. Parliamo di un lavoro elettronico che destruttura la forma canzone e la utilizza come personalissimo canale di espressione, privandosi di estetica sfacciata, ma solo e soltanto puntando alla comunicazione di se. Un disco assolutamente interessante, geniale per molti aspetti, tutt’altro che figlio di questo filone indie-pop che incontriamo. Particolare risalto ai testi che nella loro criticità inseguono e forse nascoso proprio come suono del brano stesso. Un lavoro impegnativo, uscito senza alcun obiettivo live e senza alcun supporto fisico. Una fotografia intima e introspettiva di Carmine Tundo che si rivela criptica anche in questo track by track dell’autore:

Carmine Tundo, “Nocturnae Larvae Volume Uno” brano per brano

Lychaon


Singolo ufficiale dell’album,“Lychaon” è il primo singolo, il video è realizzato da Balto. “Parla del desiderio ancestrale di essere un animale e poi in un incubo ritrovarsi rinchiusi nel corpo di un grosso lupo. Nella mitologia greca Lycaon era un re di Arcadia, figlio di Pelagso e Maliboea che, nella versione più popolare del mito, testò l’onniscienza di Zeus servendogli la carne arrostita di Lycaon stesso figlio Nyctimus, per vedere se Zeus era veramente onnisciente. In cambio di queste imprese raccapriccianti Zeus trasformò Lycaon in un lupo.

Come i Maya


Reprise di Lychaon.

Gemelli


Filastrocca funebre, inizialmente pensata come colonna sonora di un’opera teatrale, dopo prende una forma diversa inserendo dei versi scritti nel sonno.

Esili


Reprise di Gemelli, formato da campionamenti di cicale e ritmiche ultra distorte.

Venti Secondi Di Io


Il mio brano preferito dell’album, è uno scretch della parola io, realizzato rallentando la traccia arrivando fino alla durata di venti secondi.

Odnut Enimrac


Odnut enimrac è Carmine Tundo al contrario, è il venire a contatto con il proprio io nascosto e la propria parte femminile che identifico in Giulia.

copertina-Carmine-TundoFormiken


“Formiken” è stato il primo brano scritto e pensato per questo concept album, è stato il brano che ha dato il la alla scrittura e alla raccolta negli anni successivi dei brani che faranno poi parte dei tre capitoli di “Nocturnae Larvae”.

Noha


Traccia dedicata al paese d’origine di Carmine, Noha frazione di Galatina in provincia di Lecce.

King Of Trap


“King of trap” è un gioco di parole, la seconda parte del brano si fonda su un campionamento di un celebre discorso di Trapattoni quando era allenatore del Bayern Monaco.

Le Nostre Guerre Perdute


Breve traccia che prende spunto da “Le nostre guerre perdute” primo album in studio de La municipàl, progetto parallelo di Carmine.

La Neve Del Diciassette


Brano realizzato con La Municipàl già presente il “B side” Ep de La municipàl su etichetta Discographia Clandestina, scritto dopo l’eccezionale ondata di freddo e neve che colpì la puglia nel 2017.

 

Scroll To Top