Home > Interviste > Charlize Theron presenta Il Cacciatore e la Regina di Ghiaccio

Charlize Theron presenta Il Cacciatore e la Regina di Ghiaccio

Charlize Theron ha incontrato la stampa milanese per presentare il film “Il Cacciatore e la Regina di Ghiaccio” di Cedric Nicolas-Troyan, prequel del primo fortunato film che narrava in chiave inedita (e femminista) il difficile rapporto tra Biancaneve e la regina cattiva.

E la perfida Ravenna è interpretata proprio dalla statuaria attrice sudafricana, apparsa radiosa anche vestita con una semplice camicetta coordinata a un minigonna nera. La sua mise di oggi è decisamente meno elaborata di quelle sfoggiate nel film, dove torna a indossare opulenti vestiti e gioielli dorati.

A domanda diretta però, pur esaltando il lavoro fantastico della costumista Colleen Atwood, Charlize Theron confessa: “Io e Emily Blunt (nel cast anche Jessica Chastain, Chris Hemsworth e Nick Frost, ndr) provavamo le scene vestite con abiti sportivi o casual. Quando poi indossavo i corsetti e tutti quei gioielli, esortavo a stringerli ancora di più e per una decina di minuti mi sentivo davvero potente. Dopo otto ore di set però ero esausta, perché sono davvero pesantissimi!”

Ovviamente non poteva mancare un accenno alla Furiosa di “Mad Max: Fury Road“, la penultima della lunga galleria di donne forti interpretate dall’attrice premio Oscar per “Monster”. Ci sono somiglianze tra lei e la perfida Ravenna? “Non credo siano poi così simili, mi sembra che Ravenna sia naturalmente perfida, mentre Furiosa è portata fare quello che deve per sopravvivere. Sicuramente la sopravvivenza è un elemento chiave per entrambe e le ha indurite rispetto alla realtà in cui vivono. Per Ravenna è essenziale essere la più bella del Reame così come per Furiosa lo è riguadagnare la propria indipendenza ed entrambe sono pronte a lottare per ottenere ciò che vogliono.”

Guai però a domandare a Charlize Therone se lei sia una donna forte. “Non capisco perché debba scegliere. Non voglio essere forte oppure sensibile, glamour oppure casual, voglio poter racchiudere tutte queste sfaccettature.”

Un discorso un po’ femminista? Altroché. “Quando mi chiedono se sono femminista, vogliono sempre sapere di mia figlia, mentre invece io mi concentro soprattutto sul mio ragazzo. Voglio che cresca come un vero gentleman, attento alle donne attorno a lui e ai loro bisogni. Talvolta il concetto di femminismo sembra un po’ isolato dal genere maschile… Io invece sono una femminista che ama gli uomini e li rispetta. Soprattutto voglio che facciano parte di questo cambiamento, perché sarà impossibile ottenere quello che rivendichiamo per tutte le donne del mondo senza il loro aiuto”, conclude Charlize Theron.

Scroll To Top