Home > Rubriche > Music Industry > Chiude il supermercato della pirateria

Chiude il supermercato della pirateria

Una improvvisa retata della Guardia di Finanza ha messo fine all’attività di Italianshare.net, il cosiddetto supermarket italiano online della pirateria.

Con oltre 136 mila utenti iscritti e 31.360 risorse condivise, tutte protette dal copyright, il portale consentiva il download illegale di svariati contenuti: videogiochi, film, musica, software, fumetti, libri, porno, serie tv, cartoon, libri, ecc.

550 mila utenti al mese, di cui il 97% italiani, scaricavano quotidianamente opere coperte dal diritto d’autore attraverso collegamenti esterni a piattaforme P2P come Torrent (cosiddetti file .torrent) ed Emule (cosiddetti link ED2K). Non è una novità, del resto., che l’Italia sia uno dei Paesi con la più alta percentuale di materiale contraffatto, raggiungendo un quarto del mercato totale europeo.

L’articolo prosegue a questo indirizzo sul portale “La Legge per tutti”

Scroll To Top