Home > Recensioni > Clan Of Xymox: The Best Of Clan Of Xymox
  • Clan Of Xymox: The Best Of Clan Of Xymox

    Clan Of Xymox

    Data di uscita: 02-11-2004

    Loudvision:
    Lettori:

Momento di bilanci e commemorazioni

Nell’anno dei “Best Of”, dei dischi commemorativi e dei cofanetti multi-CD, anche i pionieri della dark wave olandesi, i Clan Of Xymox (anno di fondazione: 1984) fanno la loro raccolta commemorativa. Ronny Moorings ha lasciato ai propri fan via internet la scelta di due canzoni rappresentative di ogni album dei Clan, escludendo il momento di smarrimento nella techno dance dei primi anni Novanta. Il risultato è la tracklist che qui potete trovare, che certamente non dimentica gli episodi più interessanti del gruppo nell’era 4AD: “A Day”, “Stranger”, “Muscoviet Mosquito” e “Out Of The Rain”. Qualcuno comincerà già a storcere il naso alla notizia che “A Day”, “Louise”, “Muscoviet Mosquito”, “Backdoor” e “Stranger” sono state ri-registrate; come tutte le operazioni di restauro, l’anima dell’originale, così come l’impronta data dagli originali musicisti, è diversa, anche se va detto che non sono stati apportati sconvolgimenti o variazioni. È difficile tirare delle conclusioni, la musica proposta ha la sua qualità, e sicuramente coloro che non hanno dato una chance al gruppo prima d’ora possono tentare un approccio con questo “The Best Of”. La dark wave qui proposta mescola bene synth strings, drum machine a 4/4, un lavoro di chitarra snello e funzionale, talvolta ammiccante al gothic rock a cui bene si accordano le tonalità basse di Ronny. Ma gli estimatori dei Clan Of Xymox non troveranno qui niente di nuovo, o niente per cui valga la pena lanciarsi all’acquisto. Certo, molti brani sono legati a ricordi, come dice Ronny, ma per fare un tuffo nel passato è sufficiente rimettere nel cd player la stessa tracklist dagli album originali.

Scroll To Top