Home > Recensioni > Code Pie: Love Meets Rage
  • Code Pie: Love Meets Rage

    Code Pie

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

L’influenza

Enzo Palermo, Salvatore Ciolfi, Michel Seminchuk, Vince Varano, Eva Boodman, Rebecca Lessard. Nomi internazionali, band di Montreal (Canada).
Tendenti a un rock tranquillo e influenzato dal pop, i Code Pie presentano dieci brani dagli impasti armonici pacati e semplici, senza troppe pretese concettualistiche.

Chitarre, sintetizzatori e archi dialogano in continuazione, intervallati dalle voci lontane – un po’ in stile Devotchka – che si tramutano in cori femminili e maschili finendo per assomigliare ai compaesani Stars.

Per un album in cui è la sobrietà ad avere la meglio, non poteva saltare l’appello una traccia leggermente movimentata: “Operator”, con il suo andazzo sul messicano ranchero.

Questo è un LP che non impressiona subito e che necessita di svariati ascolti prima di essere totalmente apprezzato.
I maggiormente volenterosi non avranno problemi a gustare il suono degli ottoni che si mischia a quello degli strumenti a corda, né captare ogni parola delle soavi liriche.
Rimane comunque un punto di domanda.

Pro

Contro

Scroll To Top