Home > Recensioni > Collettivo 01: Cronovendetta
  • Collettivo 01: Cronovendetta

    Collettivo 01

    Data di uscita: 01-03-2013

    Loudvision:
    Lettori:

Ritorno con stile

Generose spolverate di tastiera sono l’ingrediente che i varesotti Collettivo 01 spargono su “Cronovendetta”, alienando una base punk rock e punk pop che fa la voce grossa solo in apertura e in una manciata di tracce.

L’italianità della formazione trapela dagli influssi ska che condizionano canzoni come “Liberi In Gabbia”. Leggerezza e attitudine positiva di fondo – finanche in molti testi – segnano l’andamento a media velocità di “Ore Inutili” e la più lenta “Il Ritorno”. La voce di Lostè Morandini è giovanile e un po’ rauca. A lasciare il segno sono i synth: di semplice sostegno alla chitarra come in “Iene” o indipendenti alla maniera di “Tutto Il Male Che C’è”, vero brano multistrato.

Gran parte degli elementi messi in musica dai Collettivo 01 potrebbero essere liquidati con un «ok, tutto normale». Lo voglia di darsi un po’ alla libera ibridazione è però premiante e dona all’ascolto una serie di spunti e melodie inattese. Il contraltare è un senso di unitarietà sopra tutto che si fatica ad afferrare e che indebolisce il complesso della tracklist.

Pro

Contro

Scroll To Top