Home > Recensioni > Commander: The Enemies We Create
  • Commander: The Enemies We Create

    Commander

    Data di uscita: 28-03-2008

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

Né più, né meno

Arrivano direttamente da Monaco questi 4 musicisti che, senza troppi indugi, in 39 minuti ci presentano dieci tracce di puro death/thrash metal. Venendo subito al sodo, purtroppo le carte a loro favore sono sempre le stesse, tipiche di tutte le band del settore sopracitato: un disco ben suonato, ineccepibile nel suo essere cattivo e veloce, che lascia spazio anche ad alcune timide divagazioni acustiche e doom (un esempio lampante è la titletrack), con echi che riportano alla mente i Nevermore più arrabbiati, il tutto condito da una qualità della registrazione più che soddisfacente.
Il poco che resta da dire può esser visto da due diversi punti di vista: se, da una parte, questo “The Enemies We Create” è un disco che nulla aggiunge a tutto ciò che già stato detto (e ridetto) da band dello stesso filone, risulta comunque evidente come possa essere considerato un ottimo album per chi ama certe sonorità, vista e considerata la buona fattura di queste dieci tracce.
A voi l’ardua sentenza.

Scroll To Top