Home > Rubriche > Eventi > Il Commissario Rex, tutto sulla settima stagione coi Manetti Bros

Il Commissario Rex, tutto sulla settima stagione coi Manetti Bros

È stata presentata questa mattina la settima stagione della fiction che ha come protagonista il Commissario Rex, con i registi, i Manetti Bros, e i protagonisti della serie, tra cui Francesco Arca, che interpreta il commissario Marco Terzani, coprotagonista del famoso pastore tedesco.

La prima cosa che stupisce è vedere i fratelli Manetti alla regia, perché come loro stessi ammettono: «In genere o facciamo cinema o ci occupiamo di serie originali a iniziare dalla prima stagione, mentre qui siamo alla settima, ma Rex è un mito. Per noi non esiste una settima stagione, e non è neanche un remake del format originale austriaco».

Marco Manetti spiega: «Per farlo abbiamo pensato ad altri celebri protagonisti a quattro zampe, Rin Tin Tin, ma anche il cavallo Furia. Queste sono le serie cui siamo cresciuti, non ce ne voglia Rex». Ma Rex, ovviamente anche lui presente col suo addestratore, Perla, protesta abbaiando tra l’ilarità dei presenti.

Manetti continua: «Noi vediamo Rex come il superpotere del commissario Terzani. Ci ricorda Goldrake, che quando era messo alle strette durante il combattimento dal suo nemico tirava fuori il suo superpotere, il tuono spaziale, e noi tutti ci chiedevamo perché non l’avesse usato prima! (ride, ndr) Rex è questo per Terzani: il suo superpotere».

E il fratello Antonio aggiunge: «In più abbiamo aggiunto una squadra ai tre protagonisti. Loro sono i poliziotti da strada, quelli rivolti all’azione, e poi c’è una squadra che li supporta».

Secondo Francesco Arca la settima stagione sarà migliore delle precedenti, con meno chiacchiere e interrogatori e con molta più azione, nello stile dei Manetti Bros.

I problemi non sono mancati, come sottolinea Massimo Perla, l’addestratore di Aki, il cane che interpreta Rex. I fratelli Manetti infatti utilizzano molto il piano-sequenza, ma con un cane si ha bisogno di più stacchi.

Antonio Manetti conferma «All’inizio è stato difficile a causa del nostro modo di lavorare, ma poi abbiamo trovato il giusto compromesso e abbiamo imparato a fare più stacchetti».

In sala sono stati proiettati i primi 8 minuti del primo episodio. Un inizio carico di tensione con Terzani rapito e sotterrato vivo e la sua squadra che hai i minuti contati per salvarlo. Non sappiamo il seguito, ma sappiamo che il commissario può contare sempre sul suo potere a quattro zampe. L’appuntamento è lunedì 31 marzo su RaiDue alle 21:10.

Scroll To Top