Home > Recensioni > Communic: Payment Of Existence
  • Communic: Payment Of Existence

    Communic

    Loudvision:
    Lettori:

Norwegian prog music

Il giorno del giudizio è arrivato. Parliamo del terzo album dei Norvegesi Communic e, di conseguenza, prepariamo i coriandoli per festeggiarne la consacrazione nello star biz oppure le pietre per affossarne anche il ricordo.
“Payment Of Existence” è un buon album di progressive metal, ricco di sfumature power e richiami eccellenti (Nevermore su tutti) che non snaturano però l’essenza e l’originalità del prodotto. Otto canzoni lunghe e complesse, dalla struttura ripetitiva ma incisiva, in cui si alternano momenti intimi e riflessivi a sfuriate sonore di riff e batteria, il tutto condito dalla voce suadente di Oddleif Stensland che ben riesce ad adattarsi ai diversi passaggi di tensione ed emozione. L’opener “On Ancient Ground” e l’intensa “Becoming Of Man” possono ergersi a fieri rappresentanti di questa scelta artistica e stilistica che predilige una modus operandi complessivamente statico, ma che riscopre soluzioni interessanti traccia dopo traccia.
Anche in questo caso quello che premia non è la ricercatezza contenutistica o una spiccata originalità nelle composizione, ma, più che altro, la qualità tecnica e la raffinatezza con il quale non si è fatto nulla di eccezionalmente innovativo.

Scroll To Top