Home > Report Live > Il concerto di Xavier Rudd a Roma, report live e scaletta

Il concerto di Xavier Rudd a Roma, report live e scaletta

Xavier Rudd, 38 anni, australiano da gli occhi blu come il mare e dai capelli più accesi del sole, e una voce più nera di un qualunque giamaicano.

Smessi i panni del one man band e messa da parte la ricerca musicale folk e rock con la quale Xavier si è guadagnato il suo riconoscimento popolare, in un lungo tour europeo, l’australiano è affiancato dal collettivo The United Nations. Il 7 luglio a Villa Ada – Roma Incontra il Mondo 2015 hanno presentato un concerto che ha già conquistato le venue d’Europa.

L’impronta fortemente australiana, i suoni provenienti da strumenti “semi-sconosciuti” lasciano spazio a una contaminazione reggae–dub.

Lo show che il musicista presenta è un vero e proprio melting pot. Australiani, indigeni, tedeschi e musicisti della Nuova Guinea. Due talentuose coriste che con la loro voce black sanno intonare dal gospel a canti di impronta popolare, rimanendo fedeli allo stile naturale della musica di Rudd. Un collettivo unico nel suo genere. Nessun dei musicisti prima di prendere parte al disco e al tour ha sostenuto un provino. Tutti, hanno contribuito a conferire all’album, sin dal primo approccio, la propria impronta cultural-musicale.

La scaletta dei brani proposti per questo live infuocato, alterna i brani di “Nanna” uscito lo scorso Marzo e gli storici brani, come “ Follow the Sun”, che sollevano cori e festose danze (Guarda la photo-gallery del concerto).

Il Reggae, il roots, il dub, la freschezza delle chitarre di Rudd si alternano così e l’energia che proviene dal disco e dal live è l’ inevitabile conseguenza.Ogni musicista portando sul palco i suoni della sua terra, ci permette nelle due ore di live di viaggiare per davvero su un treno che fa fermate in ogni parte del mondo.

Ritmi e colori, ma anche impegno sociale e ambientalismo. Questo in Rudd non manca mai. La musica utilizzata come mezzo per dar voce a temi quali l’ambiente e l’ecologia e il proprio impegno sociale come essere umano che appartiene al mondo. Non mancano tra i temi affrontati da Xavier Rudd, i diritti degli aborigeni, la difesa delle etnie; in questa ricerca musicale in giro per i suoni dell’universo, non fa altro che realizzare il suo più grande sogno: lavorare con un collettivo che arricchisce le sue sonorità.

Spirit Bird il brano con cui si conclude l’intero concerto racchiude al meglio il concetto che Rudd ha della musica e della sua espressione. E’ energia. Questa sensazione quasi ancestrale, quasi Rudd fosse uno spirito delle maree, inonda dalle casse il parterre in una cascata di eclettici input energetici.

La scaletta del concerto di Xavier Rudd a Villa Ada – Roma Incontra il Mondo 2015

To Let

Flag

Hanalie

While im gone

Follow the sun

Warrior

Come To Let Go

Come People

Nanna

Better People

Struggle

Creancient

Encore:

The Mother

Time After Time

Spirit Bird

Scroll To Top