Home > Recensioni > Control V: Soltanto Luci
  • Control V: Soltanto Luci

    Control V

    Loudvision:
    Lettori:

Rock che balla

I Control V si applicano in quel rock danzereccio carico di ritmi sostenuti da battiti regolari della batteria e riff di chitarre che fomentano nell’ascoltatore la voglia di saltare e muoversi. Non stiamo parlando di pogo o altro, questa è una diramazione di un rock raffinato dove al massimo si salta sul posto.

Vi ricordate i Velvet che cantavano “Boy Band”? Ecco, lo stile è quello, anche se in “Soltanto Luci” i testi e le tematiche sono più ricercate. Frasi come “in fondo sono io, io l’ho deciso” e ” sono libero sono semplice e libero” denotano una decisione di capire ciò che si è e incominciare ad apprezzarlo, pensiero che al giorno d’oggi è davvero difficile trovare.

I Control V nascono dalle ceneri degli Slim, gruppo formato nel 2008 che ha aperto concerti di big quali Marlene Kuntz, Coldplay, Afterhours.
Della vecchia line-up è rimasto solo Alberto Bassani con l’aggiunta di Carlo Marcolin (basso) e Mauro Gregori (batteria).

La canzone “Tre Motivi” accompagnerà le immagini di uno spot creato per sensibilizzare sul tema dell’anoressia e dei disturbi alimentari in genere.

Pro

Contro

Scroll To Top