Home > Recensioni > Controressa: È Tutto Falso
  • Controressa: È Tutto Falso

    Controressa

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

Il solito rap figo

Quarta pubblicazione discografica per i rapper Controressa. Il passato di questo duo è contaminato da tutti i simboli che una band rap deve avere: macchine sportive, bikini, alcool, movimenti di braccia a tempo con la musica e vestiti larghi con colori sgarcianti.

La loro evoluzione, però, ha portato dei cambiamenti. Sir-E aka Mr.Sir e Krazyfriz aka K ora vestono quasi come dei giovani rockettari indie mentre la musica è diventata più studiata e ricercata.

Sembra il solito album rap che fa figo e forse lo è seriamente. Tredici track (più una bonus) che non si allontanano dalle solite sonorità di quel rap stanco della rabbia e della provocazione, che trasla i suoi argomenti parlando di feste, babbi, ragazze, stress e chi più ne ha più ne metta.

Dispiace ripetersi, ma il rap è uno di quei generi musicali che da tempo non riesce ad andare oltre. Ci ricordiamo tutti gli anni passati quando si impazziva per le canzoni dei Sottotono e ora, a distanza di tempo, non è cambiato proprio niente. Stessi suoni, stesse parole e stesso modo di vestire.
Ci aspettiamo di più, ci aspettiamo un totale sconvolgimento che riporti valore a un filone musicale che merita interesse per la poesia dei testi e per la novità dei suoni, almeno in onore di gruppi del passato che hanno dato l’anima e molte volte anche la vita in nome del rap.

Pro

Contro

Scroll To Top