Home > Recensioni > Cristina Meschia: Intra
  • Cristina Meschia: Intra

    IRD / none

    Data di uscita: 09-09-2016

    Loudvision:
    Lettori:

Il debutto musicale di Cristina Meschia compone “Intra” un album jazz dalle sfumature variegate.
Alle origini della musica di Cristina troviamo radici che risalgono sino alla sua terra, le parole gutturali di un dialetto che rimandano alla notte dei tempi, quello dell’alto Piemonte. Dalle valli dell’alto Verbano riecheggiano infatti filastrocche, ninnananne, litanie che incantano perchè evocano i ricordi ancestrali di tutti. La vita rurale, il fuoco, la speranza di un domani migliore che da sempre spinge l’uomo a migliore se stesso e la natura che lo accompagna lungo il cammino.

Un lungo lavoro di ricerca sul territorio per ricostruire memorie e musica grazie alla voce di questa nuova promessa. 15 tracce per un album che rivisita canzoni popolari che altrimenti sarebbero andate perdute. Un compendio di brani suggestivi tra basilischi, fiocchi che cadono, foreste incante, giovanotti, laghi e  cappelli tra cui scorrono le note ben congegnate di un jazz raffinato e mai banale. Swing, ballate, improvvisazioni e valzer sorprendono senza sosta per un piacevole ascolto. Un album realizzato anche grazie alla campagna di crowdfunding su Musicraiser ed al sostegno della Regione Piemonte.

Come prima esperienza ci è parsa di tutto rispetto ed attendiamo che questa giovane promessa del bel canto travalichi i confini delle valli del Verbano-Cusio-Ossola e tutti possano ascoltare la sua voce leggera. Le auguariamo di poter godere a pieno della più bella stagione della vita e della musica italiana.

 

di Antonio Masiello

Pro

Contro

Scroll To Top