Home > Recensioni > Crylord: Blood Of The Prophets
  • Crylord: Blood Of The Prophets

    Crylord

    Data di uscita: 01-01-2011

    Loudvision:
    Lettori:

Ma-lmsteen?

L’istinto (neo)melodico non è certo cosa sconosciuta al caro Buguslaw Balcerak, chitarrista polacco nonché fondatore dei Crylord.

In “Blood Of The Prophets”, primo lavoro di studio della band, si sente chiara e tonda una buona dose di power metal mista hard rock che cita in primis il Re del chitarrismo molto tecnico e molto rock, ovvero Yngwie Malmsteen e con il quale, tra l’altro, i Crylord hanno in comune ben due dei tre cantanti ospitati su “Blood Of The Prophets”: Mark Boals e Goran Edman – il terzo è Carsten ‘Lizard’ Schulz. In secundis si sente odore di Symphony X, soprattutto per quanto riguarda le linee vocali e le ambientazioni.

Non avvicinare questa prima fatica di studio dei Crylord a Malmesteen è praticamente impossibile. Ciò non toglie che “Blood Of The Prophets”, sia un lavoro ricco di spunti personali. Forse non sempre sviluppati nel migliore dei modi, ma comunque presenti.

Pro

Contro

Scroll To Top