Home > Rubriche > Coming Soon > Dal 13 gennaio – Tra spie, delfini, industriali e sessuomani

Dal 13 gennaio – Tra spie, delfini, industriali e sessuomani

Dramma francese con Kristin Scott Thomas, “La Chiave Di Sara” (“Elle s’appelait Sarah”) racconta di una giornalista americana che vive a Parigi, la quale si troverà davanti ad una scoperta sconcertante una volta trasferitasi a casa dei genitori del marito. La componente misteriosa sembra essere decisamente interessante.

Dal dramma allo spionaggio con “La Talpa” (“Tinker, Tailor, Soldier, Spy”) interpretato da Gary Oldman, Colin Firth, Tom Hardy, Mark Strong, Ciarán Hinds, John Hurt e Benedict Cumberbatch. Siamo negli anni ’70 e avremo a che fare ovviamente con storie di spie e controspie. Il fascino di questi temi e la grandezza del cast fanno sicuramente ben sperare.

Quasi distopico il mokumentary italiano “L’Era Legale” è ambientato in una Napoli del 2020 dove non ci sono più camorra e problemi legati ai rifiuti. Alcuni personaggi (tra cui Arbore, De Cataldo, Lucarelli, Isabella Rossellini, e Tano Grasso), raccontano i passi di colui che ha portato a questo clima di legalità, il sindaco Nicolino Amore. Dire che si tratta di fantascienza è poco…

Film d’animazione in 3D, invece, “L’Incredibile Storia Del Delfino Winter” (“Dolphin Tale”), doppiato da Morgan Freeman, Ashley Judd e Kris Kristofferson, racconta della vera storia del delfino che rimase impigliato in una trappola per granchi rischiando di perdere la vita, venendo poi salvato da un’intera comunità che si mobilitò per lui. Film per famiglie in cerca di lacrime, potrebbe disturbare chi dal cinema pretende altro.

Pierfrancesco Favino e Carolina Crescentini sono i protagonisti de “L’Industriale“, incentrato sul proprietario di una fabbrica torinese in piena crisi economica che comincia anche a sospettare dei comportamenti della moglie sempre più distante. Lavoro e vita privata si intrecciano in un film che potrebbe deprimere dato il clima economico-politico che stiamo vivendo.

Horror vero e proprio, “Non Avere Paura Del Buio” (“Don’t Be Afraid Of The Dark”), con Guy Pearce e Katie Holmes, racconta la storia di una ragazzina che si trasferisce dal padre e dalla sua compagna e che scopre una cantina nascosta nella quale risiedono creature misteriose e pericolose. Lo zampino di Guillermo Del Toro, qui sceneggiatore, è decisamente visibile.

Di tutt’altra pasta è l’inglese “Shame“, presentato all’ultima Mostra di Venezia, con protagonisti Michael Fassbender, Carey Mulligan e James Badge Dale. Girato da Steve McQueen II, il film è incentrato su un uomo che non riesce a controllare i suoi istinti sessuali. Quasi sicuramente sarà una pellicola che osa…

Si conclude con “Succhiami” (“Breaking Wind”), parodia demenziale dei vari “Twilight” con i tre protagonisti principali che in qualche modo portano avanti il loro strambo triangolo amoroso. Considerando il livello di riferimento che ha ormai stancato, probabilmente anche questo derivato comico non lascerà pienamente soddisfatti.

Scroll To Top