Home > Rubriche > Coming Soon > Dal 13 maggio – Tra angeli e demoni Efron soffoca nella polvere

Dal 13 maggio – Tra angeli e demoni Efron soffoca nella polvere

“Tom Hanks è Robert Langdon”, recita ammiccante la locandina di “Angeli E Demoni” (“Angels & Demons”), tentando di creare attorno al sequel di “Il Codice Da Vinci” un’aura prestigiosa da saga lucidata da kolossal. Del resto i romanzi di Dan Brown sono innegabilmente dei best seller, e del resto “Il Codice” cinematografico diretto da Ron Howard è stato un buon successo, nonostante le risatine e gli sberleffi attirati da un racconto tutto sommato coinvolgente ed efficace ma anche un po’ pomposo e intimidito.

E quindi? E quindi ancora una volta si va al cinema, consapevoli che di tanto in tanto si storcerà il naso e si digrigneranno i denti davanti alle sbruffonerie narrative di Dan Brown e a personaggi improbabili e ripetitivi, ma consapevoli anche che ci si divertirà insieme a Langdon, curiosi di vedere Ewan McGregor coperto da inediti paramenti sacri, curiosi di vedere in azione Stellan Skarsgård capo delle guardie Svizzere e ansiosi di ascoltare il violino solista di Joshua Bell, arruolato per l’occasione da Hans Zimmer, nuovamente autore delle musiche.

“Dall’autore di Fight Club”, sussurra tagliente il poster di “Soffocare” (“Choke”), tratto appunto dal romanzo omonimo di Chuck Palahniuk. Dirige e interpreta Clark Gregg, affiancato sul set da Anjelica Huston, Sam Rockwell e Kelly MacDonald. Storia di vite incastrate in strettoie senza uscita, storia di cambiamenti desiderati e di rapporti interpersonali aggrovigliati e pericolosi.

“Chi ha detto che si è giovani una volta sola?”, ci domanda uno Zac Efron sorridente e ben pettinato dalla sua locandina di “17 Again – Ritorno Al Liceo“. Affiora spontanea alle labbra una lunga risposta in grado di elencare al simpatico biondino decine di titoli che hanno già ampiamente sviscerato l’argomento, a partire da “Peggy Sue Si È Sposata”, ma sarebbe un’inutile malignità; non è mica nostra intenzione far innervosire le giovinette innamorate di Zac?

Tra tanti poster strillanti, “Polvere” di Massimiliano D’Epiro e Danilo Proietti, già annunciato per fine aprile e girato addirittura nel 2006, si accontenta più modestamente di arrivare in sala.

Scroll To Top