Home > Rubriche > Coming Soon > Dal 13 novembre – Qual è l’alibi perfetto per non andare al cinema?

Dal 13 novembre – Qual è l’alibi perfetto per non andare al cinema?

Arriva il primo disaster-movie della stagione, quel “2012” di Roland Emmerich che tanto farà parlare, essendo incentrato proprio su una delle paure che stanno invadendo la nostra società e cioè la fine del mondo predetta dal calendario Maja. Un professore comincia ad avere il sentore di una serie di catastrofi che si abbatteranno sulla Terra, ma verrà osteggiato in tutti i modi fino a quando non cominceranno davvero a verificarsi. Per gli appassionati del genere potrebbe essere un’occasione imperdibile. Per tutti gli altri forse un documentario di Giacobbo sarebbe l’alternativa migliore.

Arriva anche l’ultimo film di Pedro Almodóvar, “Gli Abbracci Spezzati” (“Los Abrazos Rotos”), con Penelope Cruz. Uno scrittore e sceneggiatore, in seguito ad un incidente che l’ha reso cieco e gli ha tolto la donna che amava, comincerà ad utilizzare un alter-ego, cancellando completamente la sua vita passata. Sentimento e partecipazione sono assicurati. Speriamo che a spezzarsi siano solo gli abbracci…

È il momento di “Un Alibi Perfetto” (“Beyond A Reasonable Doubt”), thriller che ha come protagonista Michael Douglas. Un giornalista, nel tentativo di smascherare un procuratore distrettuale corrotto, si fa accusare di omicidio. Il suo piano però viene inficiato dall’innamoramento per l’agguerrita assistente del procuratore. L’amore e la giustizia trionferanno? Per il bene dei nostri denti forse tutto questo dolciume sarebbe poco opportuno.

Il film italiano della settimana è “Good Morning, Aman” di Claudio Noce con Anita Caprioli e Valerio Mastrandrea. Un ventenne di origine somale, Aman, sconvolto per la scomparsa del suo più caro amico fa casualmente conoscenza con un pugile fallito pieno di rimpianti e di rimorsi. Troveranno la forza per andare avanti l’uno nell’altro. Con la speranza di trovarci di fronte ad un prodotto delicato e intenso, non possiamo che sperare di riuscire a vederlo distribuito in più sale possibili.

Scroll To Top