Home > Rubriche > Coming Soon > Dal 16 marzo – Dylan Dog tra gnomi, spogliarelliste e escort

Dal 16 marzo – Dylan Dog tra gnomi, spogliarelliste e escort

Per i grandi fan del personaggio, risulterà imperdibile “Dylan Dog – Il Film“, incentrato appunto sul famoso detective. Se ne parla da tempo e ne sono stati proiettati venti minuti all’ultimo Festival di Roma. Non ha suscitato molti entusiasmi e Brandon Routh, l’attore protagonista, non ispira molta fiducia.

Certo sicuramente ci andrebbe peggio con “Amici Miei – Come Tutto Ebbe Inizio“, di Neri Parenti con Christian De Sica, Michele Placido, Giorgio Panariello, Paolo Handel, Massimo Ghini, Massimo Ceccherini e Alessandro Benvenuti. Il film è ambientato nella Firenze del ’400 e si rifà ovviamente al capolavoro di Monicelli. Insomma, fate un po’ voi…

Sempre rimanendo in Italia potremmo essere più fortunati con “Nessuno Mi Può Giudicare” con Paola Cortellesi, Raoul Bova e Rocco Papaleo. Una donna benestante rimane vedova e si ritrova sul lastrico. Per mantenere la famiglia sarà costretta a trasferirsi in un altro quartiere e a darsi da fare facendo la escort. Al di là del plot, che comunque anche in questo caso non ispira tantissima fiducia, non si può dire che non si tratti di un tema attuale.

Un progetto alquanto singolare quello di “Gnomeo & Giulietta” (“Gnomeo & Juliet”), che trasporta la famosa storia di Shakespeare nel mondo degli gnomi. Accompagnato dalle musiche di Elton John, il film si avvale delle voci di Emily Blunt, James McAvoy, Jason Statham, Maggie Smith, Michael Caine, Patrick Stewart, Matt Lucas e Ozzy Osbourne. La singolarità che lo contrassegna potrebbe essere la sua unica arma vincente.

Più interessante sembra essere invece “Tournée“, diretto e interpretato dall’attore francese Mathieu Almaric, nel ruolo di un produttore televisivo francese che decide di abbandonare la sua vita e di dedicarsi ad un sogno, quello di portare in un tour che arrivi fino a Parigi lo spettacolo di alcune spogliarelliste molto formose. Ci sarà sicuramente molta carne da mettere al fuoco!

Questa settimana vede anche il ritorno di un regista come Marco Bellocchio con il suo “Sorelle Mai“, film che ripercorre quasi una decade, dal 1999 al 2008, e che racconta alcuni episodi della sua famiglia. Un film molto personale quindi, che quasi sicuramente riuscirà a coinvolgere il pubblico.

Sempre incentrato sulla famiglia è “Beyond“, film nel quale la protagonista si ritrova a dover riallacciare i contatti con la madre ricoverata in gravi condizioni, dopo che aveva tentato di gettarsi il passato alle spalle. Un passato fatto di genitori dediti all’alcool e fin troppo passionali e dal tentativo di inserirsi nella realtà svedese, essendo la famiglia di origine finlandese. Non una cosa leggera insomma, ma data la non entusiasmante offerta settimanale, potrebbe essere un titolo interessante.

Si conclude in bellezza, si fa per dire, con “Street Dance 3D“, ennesima pellicola sul mondo della danza e sui sacrifici che spesso questa comporta. Qui abbiamo una vera e propria “lotta” tra la danza di strada e quella classica. È ovvio che non ci saranno sconfitti e vincitori e che tutto finirà a tarallucci e vino. In caso contrario, saremmo stupiti dall’imprevedibilità del finale. Lo scoprirete solo se siete disposti ad assumervi il rischio di vederlo.

Scroll To Top