Home > Rubriche > Coming Soon > Dal 16 ottobre – Un graditissimo coacervo di generi

Dal 16 ottobre – Un graditissimo coacervo di generi

Piccola, ma grandissima antipicazione il 15 Ottobre con “Up“, nuovo attesissimo film animato della Pixar in cui un settantenne e un bambino di 8 anni si uniranno in un viaggio veramente speciale.

Dal 16, invece, avremo a che fare con un bel numero di pellicole che vanno dall’horror, al comico, al documentaristico. Tra questi, tre gli italiani: si inizia con “Viola Di Mare“, storia di una donna dell’Ottocento che dovrà riuscire a combattere il pregiudizio sulla sua omosessualità, combattendo con le resistenze di un padre padrone e venendo aiutata da una madre che le regalerà una nuova identità maschile; segue “Lo Spazio Bianco“, nuovo film di Francesca Comencini con Margherita Buy nel ruolo di una quarantenne, insegnante alla scuola serale, che dà alla luce una bambina prematura; infine, “Di Me Cosa Ne Sai“, documentario dedicato a chi tenta di farsi strada nel mondo del cinema, a partire dai giovani attori, fino ad arrivare ad autori, registi e produttori.

Ben più succose le uscite orrorifiche della settimana come “Halloween II” in cui Rob Zombie torna ad occuparsi della figura ormai mitica di Michael Mayers, sperando che riesca in un risultato migliore del suo precedente “Halloween – The Beginning”, in cui sopperì alla scarsezza della sceneggiatura con una regia e delle atmosfere veramente interessanti. L’altro horror in questione è “Orphan“, storia di una coppia di sposi che perdono il proprio figlio e decidono di adottarne un altro, incappando ovviamente in una serie di terrificanti eventi. Il bambino malefico, insomma, non passa mai di moda.

Sul versante comico potremo deliziarci con “Funny People“, nuovo attesissimo (almeno per i suoi estimatori) film di Judd Apatow, geniale inventore di commedie esilaranti che questa volta acquista nel cast un altro tipico esponente del genere: Adam Sandler, nel ruolo di un comico brillante amato e rispettato da tutti per il suo fascino, scopre di avere una malattia incurabile che gli lascia solo un anno di vita. Da qui la ricerca affannosa di un vero amico con cui passare il tempo restante.

Per concludere un dramma ambientato in Italia, dal titolo “Genova“, luogo in cui il professore protagonista, in seguito alla morte della moglie, si trasferisce con sua figlia per superare il dolore. Ultimamente impegnato in ruoli più leggeri, riuscirà Colin Firth a dare il giusto spessore al suo personaggio?

Scroll To Top