Home > Rubriche > Coming Soon > Dal 17 aprile – De Niro combina un disastro a Hollywood

Dal 17 aprile – De Niro combina un disastro a Hollywood

Correlati

La Vita Segreta Delle Api” (“The Secret Lies Of Bees”) era un romanzo di Sue Monk Kidd, una storia di formazione e di crescita impregnata di dramma e traumi infantili. Nel 2008 la regista Gina Prince-Bythewood ne fa un film gettandovi dentro Paul Bettany e Jennifer Hudson, Queen Latifah e Alicia Keys. E Dakota Fanning, che a 15 anni si trova nel pieno della fragile, difficilissima fase di passaggio dallo statuto di baby-star a quello di giovane attrice.
Appassionante? Non esattamente. Procediamo.

Robert De Niro e Sean Penn. Stanley Tucci e John Turturro. Bruce Willis e Catherine Keener. Interessante? Molto di più. Il film è “Disastro A Hollywood” (“What Just happened”) di Barry Levinson, una commedia scritta da Art Linson che l’ha adattata dal suo stesso romanzo “What Just Happened?: Bitter Hollywood Tales From The Front Line”.

Un vigilante mascherato e una metropoli schiacciata dal fanatismo. Mondi paralleli. Un presente buio e un futuro apocalittico. Personaggi tormentati ad un passo dall’abisso. Di nuovo? Sì. Questa volta si tratta di “Franklyn” con Eva Green, Jay Fuller e Ryan Philippe.
Necessario? Ognuno ha le sue priorità.

Corse e motori. Vin Diesel e Michelle Rodriguez. Fast and Furious? Sì, quarto capitolo, ovvero “Fast And Furious – Solo Parti Originali“. Al volante Justin Li, già regista di “The Fast And The Furious: Tokyo Drift”.
Procediamo ancora, via, di corsa.

Una Questione Di Cuore” era un romanzo di Umberto Contarello, un racconto sull’imprevedibilità degli affetti e degli eventi. Ora Francesca Archibugi lo porta sul grande schermo accompagnata da Antonio Albanese, Kim Rossi Stuart, Micaela Ramazzotti, Francesca Inaudi. Promettente? Moltissimo. Da vedere? Sì.

È la stagione dei film lunghi e articolati, così lunghi e ambiziosi da uscire in due parti: in attesa di re-incontrare il Che di Benicio del Toro, torna a farci visita lo Jacques Mesrine di Vincent Cassel in “Nemico Pubblico N.1 – L’ora Della Fuga” (“Mesrine: L’ennemi public n° 1″).

Seguono un pugno di piccole opere italiane, molto meno ambiziose: “Fuga Dal Call Center” mette ancora in scena, dopo Virzì, i giovani e tristi telefonisti precari. “Nient’altro Che Noi” racconta storie di bullismo e adolescenza. “Focaccia Blues” si ispira alla storia vera di una piccola focacceria che vuole sfidare la globalizzazione alimentare.

Chiude la sfilata “Complici Del Silenzio“, racconto drammatico a cavallo tra Italia e Argentina, tra sport, Storia e vita privata, con due buoni attori (Alessio Boni e Giuseppe Battiston) diretti da Stefano Incerti.

Scroll To Top