Home > Rubriche > Coming Soon > Dal 18 settembre – Grandi ritorni e gradite sorprese

Dal 18 settembre – Grandi ritorni e gradite sorprese

Grandi ritorni e interessanti novità in questa settimana di settembre che segue il Festival di Venezia. Tra registi che tornano sugli schermi dopo brevi o lunghe assenze e pellicole meno sconosciute ma apparentemente succulente, ci sarà un’ampia scelta per lo spettatore.

Si comincia col ritorno di Tony Scott col suo “Pelham 1-2-3: Ostaggi In Metropolitana” (“The Taking Of Pelham 1 2 3″), con il solito Danzel Washington (attore feticcio del regista) accompagnato da John Travolta, Luiz Guzman, John Turturro e James Gandolfini. Un controllore della metropolitana si vedrà coinvolto in un dirottamento da parte di una banda di criminali che esigono un cospicuo riscatto pena l’uccisione di alcuni ostaggi. L’originalità non sembra il piatto forte di questa pellicola, ma i nomi che compongono il cast fanno ben sperare.

Si prosegue con l’attesissimo film d’animazione di Hayao Miyazaki, “Il Mio Vicino Totoro” (“Tonari no Totoro”), storia di due ragazzine che si trasferiscono in una campagna apparentemente stregata per stare più vicine alla mamma ricoverata in ospedale, e che scoprono un mondo nuovo pieno di fatati abitanti con cui fare amicizia. Lo stupore e la meraviglia sono assicurati.

Torna anche il grande Woody Allen con “Basta Che Funzioni” (“Wathever Works”), incontro-scontro tra un sessantenne newyorchese colto e agiato e una giovane “contadinotta” del sud. Il geniale regista non apparirà anche davanti alla macchina da presa, ma siamo sicuri che il suo stile sofisticato e sarcastico trapelerà ugualmente attraverso lo schermo.

Grande attesa anche per “The Informant!”, ritorno al connubio tra il regista Steven Soderbergh e l’attore Matt Damon, qui ingrassato di ben 13 chili per la parte. Trattasi di una sorta di spy-story in cui un biochimico e un agente dell’FBI riusciranno a smascherare gli affari poco leciti di una multinazionale costrigendola poi a pagare una multa a dir poco salatissima. Lo stile inusuale di Soderbergh riuscirà a uniformarsi ad una storia apparentemente così ordinaria?

È il momento del film italiano della settimana, “Tris Di Donne E Abiti Nuziali” di Vincenzo Terracciano con Sergio Castellitto che interpreta Franco, un uomo sulla sessantina con il vizio del gioco. Quando arriverà il momento del matrimonio di sua figlia, ci sarà bisogno ingente di denaro visto che tutti si aspettano che sia un giorno indimenticabile. Franco decide di tentare la fortuna, ovviamente al gioco. Una tematica molto attuale, si spera solo che non si sfiori la banalità e la macchietta.

Per finire, abbiamo “Racconti Dell’Età Dell’Oro” (“Amintiri Din Epoca de Aur”), viaggio a episodi lungo i 15 anni della dittatura comunista in Romania: tra storie personali e singolari si potrà ricavare un ritratto della società e del costume di quel periodo storico-sociale. Un film impegnato così come speriamo sia l’intento dei distributori italiani nel portarlo nelle nostre sale.

Scroll To Top