Home > Rubriche > Coming Soon > Dal 24 settembre – Il cinema è sconvolto da Inception

Dal 24 settembre – Il cinema è sconvolto da Inception

L’ultima settimana di settembre si rivela esplosiva per l’uscita dell’attesissimo ultimo lavoro di Christopher Nolan, “Inception“, interpretato da Leonardo Di Caprio, Joseph Gordon Levitt, Marion Cotillard, Cillian Murphy, Ellen Page, Michael Caine, Tom Hardy, Ken Watanabe e Tom Berenger. Trattasi di un film fantascientifico basato sulla possibilità di controllare le menti altrui. Sicuramente le menti degli spettatori saranno oltremodo colpite dalla particolarità del film che si prospetta essere un vero e proprio capolavoro, nonché uno dei migliori della nuova stagione cinematografica appena cominciata.

Rischiano di restare oscurati dalla prospettata grandezza di “Inception” gli altri due film in uscita questa settimana, a loro modo comunque interessanti per tematiche, registi e interpreti.

L’Ultimo Dominatore Dell’Aria” (“The Last Airbender”), ultimo film di M. Night Shyamalan, incentrato sulla figura di un uomo, Aang, che scopre di essere in grado di dominare tutti i quattro elementi: l’aria, il fuoco, l’acqua e la terra. Ognuno di essi rappresenta delle nazioni molto potenti. Quando quella del Fuoco si opporrà alle altre dichiarando guerra aperta, l’uomo si unirà a Katara, dominatrice dell’acqua e a suo fratello Sokka per riportare la pace nel loro mondo. Una sorta di fantasy che potrebbe correre il rischio di deludere i fan del regista che ci ha abituati a ben altri generi e stili.

La Passione“, per finire, è l’ultimo film di Carlo Mazzacurati (appena passato in concorso all’ultima Mostra del Cinema di Venezia) con Silvio Orlando, Marco Messeri, Stefania Sandrelli, Giuseppe Battiston, Corrado Guzzanti, Cristiana Capotondi e Kasia Smutniak. Al centro della narrazione c’è un regista emergente di cinquant’anni che ha la possibilità di dirigere una pellicola con l’attrice del momento ma manca di idee. Nel frattempo una perdita del suo appartamento in Toscana rovina un affresco cinquecentesco di una chiesetta adiacente. Per riparare il danno è costretto a promettere al sindaco di dirigere la rappresentazione del venerdì santo. Ne succederanno, ovviamente, delle belle. Potrebbe essere un’occasione per divertirsi e al tempo stesso riflettere sullo stato del nostro cinema.

Scroll To Top