Home > Rubriche > Coming Soon > Dal 25 Luglio – L’Oscuro Cavaliere vola in Italia

Dal 25 Luglio – L’Oscuro Cavaliere vola in Italia

Correlati

Ad uno sguardo distratto questo fine settimana potrebbe sembrare cinematograficamente piatto, o quantomeno in linea con un qualsiasi weekend estivo: fondi di magazzino, qualche horror, supereroi.
Osservando con più attenzione si scopre però come l’offerta non sia affatto scarsa e i motivi di interesse tra le uscite in sala siano molteplici. Innanzitutto il supereroe non è un supereroe qualunque, ma è il Batman elegante e intenso di Christopher Nolan che torna al cinema con “Il Cavaliere Oscuro” (“The Dark Knight“), seguito di “Batman Begins” (2005), e impreziosisce il suo nuovo film con un cast di alta classe: agli attori (in massima parte britannici, come del resto lo stesso regista) che avevano già illuminato la prima avventura dell’uomo pipistrello firmata da Nolan (Christian Bale, Michael Caine, Gary Oldman, Morgan Freeman, Cillian Murphy, Liam Neeson) si aggiungono Maggie Gyllenhaal, Aaron Eckhart e soprattutto Heath Ledger nei panni di un Joker che si preannuncia, dalle prime immagini e dal trailer, particolarmente inquietante. Il piacere intenso di avere in sala un film potenzialmente esaltante come “Il Cavaliere Oscuro” è però paradossalmente guastato proprio dalla tristezza inevitabile di assistere ad una delle ultime interpretazione di Ledger, morto giovanissimo lo scorso gennaio.
A fianco del fascinoso Oscuro Cavaliere arrivano poi nelle nostre sale due horror, uno statunitense, “-2 Livello del Terrore” (“P2″), e l’altro sud-coreano, “Black House” che tuttavia non sembrano presentare, almeno sulla carta, tratti particolarmente intriganti o nuovi, tra suicidi misteriosi e spaventosi rapimenti.

Più curioso “Big City“, commedia-western francese del 2006 dai toni avventurosi che mette in campo un’idea bizzarra: i bambini di una cittadina restano improvvisamente soli e si ingegnano a gestire la comunità senza gli adulti; attori giovanissimi per un progetto potenzialmente interessante, forse penalizzato dal momento di uscita in sala, in un weekend piuttosto affollato. Dalla Francia giunge anche “Dante 01” di Marc Caro, già regista di “Delicatessen” e “La Città dei Bambini Perduti” in coppia con il più noto Jean-Pierre Jeunet: si tratta di un racconto fantascientifico con ambizioni spiritual-religiose ambientato in un penitenziario spaziale.
Infine, arriva finalmente nelle sale italiane “Invincible” di Werner Herzog, il film con Tim Roth protagonista presentato alla Mostra del Cinema di Venezia del 2001 che inspiegabilmente giunge al cinema soltanto ora: pellicola dalle alterne fortune critiche che merita però tutta l’attenzione possibile, se non altro per colmare, sia pure con colpevole ritardo, questa lacuna nella filmografia del regista tedesco, una filmografia complessa, formata da opere di non facile lettura, a tratti ostiche ma spesso capaci di spingere lo spettatore a mettere in discussione i tratti più remoti e inesprimibili del proprio essere.
Invincible” è perciò un film da tenere sicuramente d’occhio (distribuzione permettendo) in questo weekend in cui probabilmente le ali dell’uomo pipistrello oscureranno le altre uscite, sempre se il pubblico italiano dimostrerà lo stesso entusiasmo di quello americano che in pochi giorni ha già trasformato la pellicola in un impressionante campione d’incassi.

Scroll To Top