Home > Rubriche > Coming Soon > Dal 27 febbraio – Giulia non esce la sera e Becky ama lo shopping

Dal 27 febbraio – Giulia non esce la sera e Becky ama lo shopping

Oscar appena assegnati: forse si avverte persino un po’ di tristezza per quest’ennesima award season ormai conclusa. Fortunatamente però non è il momento di restare in casa ad immalinconirsi, dato che i film continuano ad piovere in sala copiosi, e nelle prossime settimane ci saranno degli arrivi davvero importanti.

Ed ecco infatti un week-end più che dignitoso, sufficientemente ricco e variegato. Torna innanzitutto al cinema Giuseppe Piccioni, regista sempre interessante e di notevole eleganza, che per il suo “Giulia Non Esce La Sera” mette insieme un gruppo d’attori piuttosto notevole: Valeria Golino, Valerio Mastandrea, Piera Degli Esposti, Sonia Bergamasco.

Volfango De Biasi, dopo la commedia “Come Tu Mi Vuoi” del 2007, punta invece (troppo) in alto con “Iago“, rivisitazione della tragedia shakesperiana con Nicolas Vaporidis e Laura Chiatti; di produzione nostrana sono pure “La Siciliana Ribelle” di Marco Amenta, basato sulla tragica storia di Rita Atria, ragazza cresciuta in un ambiente mafioso che nel ’91, a soli diciassette anni, sceglie di collaborare con la giustizia, e “Non Lo So“, piccolo film diretto dai giovani Alessandro e Cristiano Di Felice e prodotto da Gianluca Arcopinto.

Trae ispirazione dalla realtà anche il tedesco “L’Onda” (“Die Welle”), film incentrato sull’inquietante simulazione dei meccanismi di una dittatura e più in generale delle dinamiche che portano ad aderire a movimenti di massa nell’ambito di un corso universitario e basato proprio sui risultati di un vero esperimento analogo condotto negli Stati Uniti.

La Germania sforna poi il film d’animazione “Impy Superstar – Missione Luna Park” (“Urmel voll in Fahrt”), sequel di “Impy E Il Mistero Dell’Isola Magica”, e figura come Paese co-produttore di “In The Name Of The King” (“In The Name Of The King: A Dungeon Siege Tale”), sorta di fantasy d’azione dal cast vario e curioso (Leelee Sobieski, Claire Forlani, Ray Liotta).

Gli Usa da parte loro non si scompongono e puntano su due generi collaudatissimi: da una parte abbiamo infatti la commedia brillante “I Love Shopping” (“Confessions Of A Shophaolic”), tratta dal romanzo di successo di Sophie Kinsella, e dall’altra “Il Mai Nato” (“The Unborn”), horror che non sembra promettere grandi novità sul fronte dei brividi cinematografici, ma che ha dalla sua David S. Goyer, già sceneggiatore dei due “Batman” di Christopher Nolan e qui impegnato anche in veste di regista, e Gary Oldman nei panni del rabbino esorcista.

Nell’attesa di pellicole più succose che non tarderanno ad arrivare, non c’è di che lamentarsi.

Scroll To Top