Home > Rubriche > Coming Soon > Dal 28 agosto – Il sovraffollamento distributivo

Dal 28 agosto – Il sovraffollamento distributivo

In quest’ultima settimana di agosto sono ben otto le uscite cinematografiche. Dubitiamo del fatto che con questo caldo impellente e la non ancora sopita voglia di mare e di vacanze, riceveranno un trattamento roseo, anzi si prospettano giorni alquanto fiacchi.

C’è da sperare con “L’Era Glaciale 3: L’Alba Dei Dinosauri” (“Ice Age: Dawn Of The Dinosaurs”), soprattutto grazie ai più piccoli e a coloro che non si sono persi i due primi capitoli della saga animata, e fa ben sperare anche “Cherì” diretto dal bravo Stephen Frears e interpretato da Michelle Pfeiffer e Kathy Bathes, due nomi di peso per un film in costume che narra le disavventure amorose di un giovane viziato con una donna più grande.

Subito dopo, è il turno di “Fa’ La Cosa Sbagliata” (“The Wackness”) di Jonhatan Levine, storia di uno spacciatore (Josh Peck) e di uno psicologo (Ben Kingsley) che si incontrano durante la “repressione” newyorkese del sindaco Giuliani. Tra marijuana e sedute psichiatriche ci sarà da divertirsi e forse anche la possibilità di fare un bel tuffo nella Grande Mela.

A seguire, “Le 13 Rose” (“Las 13 Rosas”), dramma incentrato sulla la vicenda di tredici donne che dopo la guerra civile spagnola furono accusate di aver aiutato la ribellione e per questo incarcerate, torturate e poi condannate a morte. Un po’ troppo indigesto per questo clima festoso e vacanziero?

Ma ad incuriosirci ci pensa “Smile”, un horror girato dal regista italiano Francesco Gasperoni che narra le vicende di un gruppo di amici in vacanza in Marocco (e dunque rimaniamo inerenti al clima estivo) che vengono sorpresi nel bosco da oscure presenze in cerca di sangue e vendetta. Magari sono i gestori dell’albergo dove risiedono i ragazzi, stanchi di ripulire le loro stanze?

Intrigante quanto stramba la trama del sesto film in uscita, “Sul Lago Tahoe” (“¿Te acuerdas de Lake Tahoe?”), storia di un ragazzino di sedici anni che decide di andare via da casa e poi si schianta contro un palo della luce, scoprendo che a casa non può più tornare e che deve cavarsela da solo. Un suggerimento a guardare avanti quando si cammina?

Il valente Emilio Solfrizzi potrebbe essere la carta vincente di “Piede Di Dio”, la storia dell’incontro tra un bravo calciatore diciottenne con un problema psichico e uno scopritore di talenti un po’ cinico e arrivista. La presenza nel cast di Antonio Stornaiuolo fa sognare tutti i fan della mitica coppia Toti e Tata, peccato che qui di “polpi” manco a parlarne.

Si conclude la lunga lista di film in uscita con “Scuola Per Canaglie” (“Scools For Scoundrels”) diretto da Todd Philipps, che narra le vicende di un ausiliario del traffico poco fiducioso in sé stesso (Jon Heder) che si rivolge ad un corso di autostima il cui professore (Billi Bob Thornton) tenta però di ostacolarlo e di soffiargli la donna dei sogni. Ma se l’ausiliario del traffico ha problemi di stima, cosa dovrebbero fare allora gli operatori ecologici costretti a vedersela con la spazzatura piuttosto che con gli automobilisti? Ma molto probabilmente i più fortunati sono loro…

Scroll To Top