Home > Rubriche > Coming Soon > Dal 28 Novembre – Week-end stra-pieno, tra Bolt, Wenders e videogame

Dal 28 Novembre – Week-end stra-pieno, tra Bolt, Wenders e videogame

Finisce novembre e i film si accumulano in maniera impressionante: anche presupponendo che lo spettatore medio con una media quantità di tempo libero abbia già smaltito le uscite precedenti, questa settimana la quantità di film in arrivo farà tremare anche i più ostinati e assidui frequentatori di sale. Andiamo con ordine.

Innanzitutto “Bolt – Un Eroe a Quattro Zampe“, produzione disneyana in 3D. Storia simpatica (un cucciolo di cane star della tv che confonde realtà e finzione), doppiatori accattivanti (John Travolta nei panni del cagnolino Bolt e Miley Cyrus, baby-diva di Disney Channel meglio nota come Hannah Montana, in quelli della padroncina Penny), ottimo livello tecnico e personaggi disegnati con un tratto carinissimo (il criceto Rhino vale probabilmente il prezzo del biglietto). E allora, cosa c’è che non va? Sarà che le raffinatezze di messa in scena della Pixar hanno viziato troppo i palati degli appassionati, sarà che si sente terribilmente la mancanza della Disney splendente anni ’90, ma il piccolo Bolt non riesce a suscitare l’entusiasmo che dovrebbe.

Curioso il ritorno sullo schermo di Wim Wenders con “Palermo Shooting“, storia di un fotografo, ambientato in Italia, con Andreas Frege (alias Campino) Giovanna Mezzogiorno e Dennis Hopper e altrettanto curioso, anche se per altri motivi, “Ti Stramo – Ho Voglia Di Un’Ultima Notte Da Manuale Prima Di Tre Baci Sopra Il Cielo“: il film di Pino Insegno e Gianluca Sodaro è un inconsueto esperimento parodico che prende di mira le pellicole ad argomento romantico-sentimentale come “Tre Metri Sopra Il Cielo”, “Ho Voglia Di Te”, “Come Tu Mi Vuoi”. Idea insolita per una produzione italiana e potenzialmente interessante, purché gli autori siano riusciti a maneggiare con destrezza un genere difficilissimo, quello della parodia comica, in cui riescono in pochi.

E anche Luca Lucini, regista del “Tre Metri Sopra Il Cielo” cinematografico deriso da Insegno&Sodaro, arriva in sala questo venerdì con “Solo Un Padre” con Luca Argentero e Diane Fleri. Spunto un po’ abusato (trentenne alle prese con le tanto demonizzate responsabilità adulte che questa volta prendono la deliziosa e tenera forma di una neonata) ma non necessariamente disprezzabile, se trattato con brio e sensibilità.
Nel gruppo delle uscite italiane, a dimostrare l’affollamento insolito di questo weekend, rientrano anche “Se Chiudi Gli Occhi” di Lisa Romano, “Le Cose In Te Nascoste” di Vito Vinci e il documentario “Rumore Bianco” di Alberto Fasulo dedicato al “re dei fiumi alpini”, il Tagliamento, che scorre in Friuli Venezia-Giulia.

Trae invece la sua origine da un videogioco “Max Payne“, la pellicola diretta da John Moore e interpretato da Mark Wahlberg; sullo stesso terreno, quello del genere d’azione, si muovono anche il futuristico “Death Race” di Paul W. S. Anderson con Jason Statham, e “Never Back Down” che probabilmente rischierà di passare un po’ inosservato tra i caotici arrivi pre-natalizi, soprattutto perché privo di nomi di noti (a parte Djimon Hounsou). Il film condivide un’attrice, Amber Heard, con un’altra uscita di questo venerdì, la commedia “Strafumati” (“Pineapple Express”): il titolo originale rimanda ad un tipo di marjiuana attorno a cui ruota la vicenda.

La coproduzione italo-ungherese “Mario Il Mago” (“Márió, a varázsló”), una commedia ambientata appunto in Ungheria dopo la caduta del muro di Berlino, chiude l’elenco delle uscite di un week-end così affollato da generare seri dubbi sul fatto che tutti i film possano effettivamente trovare spazio in sala.

Scroll To Top