Home > Rubriche > Coming Soon > Dal 4 giugno – Tra papesse, tate, soldati e calciatori

Dal 4 giugno – Tra papesse, tate, soldati e calciatori

Anticipazione il primo giorno del mese con “Saw VI“, sesto capitolo della saga dell’enigmista, sempre con l’immancabile Tobin Bell. Che altro aggiungere? Se ormai vi siete affezionati a questo simpatico serial killer, allora non potete perdervelo.

Si torna seri con “La Papessa” (“Die Papstin”), tratto dal romanzo di Donna Woolfolk Cross, ambientato nell’800. Una donna si ribella al sistema fingendosi uomo e inserendosi all’interno delle gerarchie ecclesiastiche, fino a quando verrà scelta come successore del Papa. Dovrà decidere allora tra l’amore per un uomo e quello per Dio. Data la scarsezza dell’offerta settimanale, per noi forse sarà facile decidere se andare a vederlo.

Più faceto, “Humpday – Un Mercoledì Da Sballo” in cui due amici dei tempi del college si riuniscono dopo tanti anni e decidono di fare qualcosa di epico: girare un film porno che vada al di là dell’omosessualità, per partecipare ad un festival cinematografico. Cosa combineranno? E soprattutto cosa penserà la moglie di uno dei due? Se vi interessa non dovete far altro che regalarvi una visione da sballo.

Grande cast per “Tata Matilda E Il Grande Botto” (“Nanny McPhee And The Big Bang”) con Ralph Fiennes, Maggie Gyllenhaal, Emma Thompson, Rhys Ifans, Maggie Smith e Ewan McGregor. La signora Green, vessata da una serie interminabile di problematiche, oltre che da tre figli litigiosi e birichini, capisce che l’unica che può aiutarla è una tata molto particolare, Tada Matilda. Speriamo che lo spettatore ad uscita sala non abbia bisogno di qualcuno che aiuti anche lui.

Vincitore del premio Oscar come miglior film straniero, “Il Segreto Dei Suoi Occhi“, (“El Secreto De Sus Ojos”) sembra alzare un po’ il tiro. Un ex-ministro di Buenos Aires decide di scrivere un libro indagando su un caso di omicidio irrisolto avvenuto ai tempi della sua carica. Nel corso delle indagini scoprirà delle verità nascoste. Le stesse che speriamo di scoprire anche noi.

Più particolare “Il Tempo Che Ci Rimane” (“The Time That Remains”) di Elia Suleiman, che narra la storia intima e personale della famiglia del regista palestinese a partire dalla nascita di Israele nel 1948 fino ad oggi. Partendo dalle storie di singoli personaggi, ci viene narrata la storia di un paese intero e di una cultura. Sembrerebbe un ottimo modo per riflettere sulla civiltà orientale e di rimando sulla nostra.

Si sente odor di parodia dalle parti di “Gentlemen Broncos“, visto che narra la storia di un ragazzo costretto dalla madre ad un’istruzione extra-scolastica, scrittore in erba di racconti fantastici, che si accorge di essere stato derubato delle sue idee da uno scrittore fantasy molto famoso, il quale le vende anche al cinema dando vita ad una pellicola inguardabile. Speriamo solo che non si avveri nella realtà quello che avviene nel film.

Una sorta di road-movie formativo “18 Anni Dopo” narra la storia di due fratelli che non si vedono da 18 anni e che si riuniscono in seguito al funerale del padre, il quale come ultimo desiderio aveva espresso quello di essere sepolto in Calabria, accanto a sua moglie. I due allora partiranno in auto da Roma in un viaggio riconciliatore. Non è chiaro ancora, perché dei “poveri cristi” debbano sempre morire per far sì che la gente si riunisca. Si spera, comunque, che il sacrificio del genitore valga la pena della visione.

Backward” narra invece di una serie di personaggi che ruotano attorno al mondo del calcio (calciatori, presidenti, allenatori). Attorno a loro ruotano poi tematiche che vanno dall’alcolismo, al tradimento, ma non solo. Riusciranno a vincere nella vita, così come nel calcio? Riusciranno gli spettatori a non imprecare a fine film?

Per ultimo abbiamo il ritorno di Jean-Claure Van Damme con “Universal Soldier: Regeneration“, in cui si parla di bombe nucleari, cloni, soldati e agenzie segrete. Tanta roba per i fan dei film d’azione e soprattutto di Van Damme. Per tutti gli altri, magari, è meglio una passeggiata data l’imminenza della bella stagione.

Scroll To Top